Home ilSaronnese Uboldo, informazione ed educazione contro gli “sporcaccioni”

Uboldo, informazione ed educazione contro gli “sporcaccioni”

221
1

UBOLDO – L’assessore all’Ambiente presenta la campagna di sensibilizzazione recentemente attivata in paese.

“Sono stati distribuiti i materiali della campagna informativa sul senso civico “Noi di Uboldo non ci facciamo mettere nel sacco”. Abbiamo voluto questa campagna per informare tutti gli uboldesi delle corrette e buone pratiche di gestione dei propri rifiuti, dell’uso del servizio di raccolta differenziata dei rifiuti, e sulla gestione dei propri animali domestici, nel rispetto dei luoghi pubblici, cioè di tutti.

È una banalissima campagna di buon senso, eppure abbiamo sentito la necessità di proporla, dato che quotidianamente vediamo episodi di maleducazione e pessimo senso civico.

Troverete dei manifesti stradali, degli adesivi che saranno posizionati sui cestini stradali, e un libretto informativo che sarà recapitato casa per casa, insieme all’ecocalendario 2018. La campagna è sponsorizzata da Econord all’interno del corrente appalto di raccolta differenziata.

Oltre che effettuare i doverosi controlli e la necessaria pulizia delle aree comuni, siamo convinti che l’informazione e l’educazione sia un’arma migliore dello stretto controllo e delle conseguenti punizioni.

Ripeto, è una banalissima campagna di buon senso, contiene azioni che tutti noi dovremmo fare per vivere dignitosamente nel nostro paese. È il primo passo, insieme con l’attivazione di un servizio di “stradino”, che assicurerà lo svuotamento costante dei cestini stradali, per un miglioramento delle condizioni generali dei nostri marciapiedi e delle aree comuni. Qualora poi non dovesse essere sufficiente, con il prossimo appalto rifiuti, nel 2018, o prima, se le risorse a bilancio lo potessero permettere, verranno attivati servizi aggiuntivi, con un ovvio adeguamento della tassa rifiuti. Penso, ad esempio, all’eliminazione totale dei cestini stradali (le cartacce le si portano a casa), al lavaggio dei marciapiedi (per eliminare l’odore di “cane” che a volte sale da qualche marciapiede).

1 COMMENTO

  1. I cestini pieni di cartacce, siccome portano troppo lavoro per gli operatori ecologici stipendiati dal comune, li togliamo, per i marciapiedi che che puzzano di cane, siccome non ci sono controlli sufficienti da da parte dei vigili, li laviamo.
    Dimostrazione pratica della demenzialità amministrativa in un comune allo sbando, dove la macchina amministrativa funziona solo nelle feste di paese, unica cosa che questa amministrazione sa fare veramente bene !

Comments are closed.