Home Politica Striscione in via Roma per il quarantennale della strage di Acca Larentia

Striscione in via Roma per il quarantennale della strage di Acca Larentia

639
14

SARONNO – E’ stata la polizia locale, ieri mattina, a rimuovere il maxi striscione posizionato in via Roma, all’altezza del civico 8.

Sul maxi telo, con vernice spray rossa e nera, è stato scritto “07.01.78 – 07.01.78 – 40 anni senza giustizia onore ai caduti di Acca Laurentia”. Lo striscione è firmato dal gruppo, attivo con iniziative analoghe in città anche in passato, Campo Base.

Accanto allo striscione alcuni volantini che spiegavano come l’obiettivo fosse quello di “ricordare il quarantesimo anniversario della “Strage di Acca Larentia”, come a suo tempo venne denominato quanto accaduto a Roma in via Larentia il pomeriggio del 7 gennaio 1978 quando in un agguato furono uccisi due militanti del Fronte della gioventù, Franco Bigonzetti e Francesco Ciavatta mentre un terzo, Stefano Recchioni, perì in successivi e violenti scontri con le forze dell’ordine, scoppiati davanti alla sede del Msi.

“A Saronno, come in molte altre città italiane – si legge nella nota – i militanti di Campo Base hanno voluto ricordare nel quarantesimo anniversario del loro assassinio Franco, Francesco e Stefano.
Lo striscione in loro ricordo è stato apposto volutamente in via Roma, la strada dedicata alla città in cui si consumò l’omicidio, non lontano dal numero civico 8, numero che da sempre sta ad indicare infinito, rigenerazione e rinascita”.

Come detto lo striscione è stato rimosso da una pattuglia della polizia locale.

09012017

14 COMMENTI

  1. Agguato antifascista. Inoltre Stefano non perì in violenti scontri. Fu ucciso da un carabiniere che sparò ad altezza uomo. Grazie

  2. Alla redazione de IlSaronno:
    La foto non è stata fatta di mattina dalla Polizia Locale, si nota infatti che è ancora notte, quindi presumibilmente la foto è stata fatta dagli stessi affissori dello striscione. Quindi IlSaronno vuole fare la cortesia di far sapere da chi ha ricevuto quella foto? Oppure un loro inviato sul posto ha casualmente fotografato lo striscione nottetempo affisso?

    • Giusto per soddisfare la sua curiosità: la foto ci è stata invitata da un residente della zona che ha fotografato lo striscione e recuperato il volantino mentre rientrava a casa.
      Saluti
      Sara Giudici

    • Ci si scandalizza caro Anonimo?
      Forse perché per “ricordare” non hanno imbrattato proprietà private? Eh sì è proprio uno scandalo…

  3. Peggio dei telos!!! Basta degrado con questi lenzuoli con scritte mal fatte attaccati in giro per la città

  4. E se fosse il telos che per far credere che esistano ancora i fascisti mette questi striscioni per diffondere paura e confusione?
    ed è risaputo che dopo il 45 i fascisti sono scomparsi
    Lascio a voi il giudizio

  5. Io li ho visti mentre lo attaccavano.
    Ci hanno messo 2 ore per capire come si fanno i nodi

Comments are closed.