UBOLDO – Non c’è limite al peggio: viene da pensarlo con riferimento a quanto accaduto ad Uboldo, dove è stata rubata la sedia a rotelle ad una nonnina di 102 anni. Abita in un condominio di via Concilazione ad Uboldo: durante i giorni delle festività di fine anno qualcuno si è introdotto nella palazzina e se n’è andato con la sedia a rotelle che la pensionata era solita lasciare nell’atrio dell’edificio, nessuno si è accorto di niente.

La carrozzina solitamente la utilizzava per le passeggiate in paese assistita dalla badante, perchè ha problemi motori: ha presentato una denuncia contro ignoti ai carabinieri e adesso sono in corso indagini, mentre l’Azienda sanitaria locale presto le fornirà una carrozzina sostitutiva. Intanto si è fatta avanti la Caritas di Uboldo, che per evitarle nel frattempo di restare bloccata in casa, le ha messo a disposizione temporaneamente una delle carrozzelle che ha in dotazione.

(foto archivio)

06012018

3 COMMENTI

  1. Ringraziamo la politica nazionale di aver impoverito il tessuto sociale della nostra nazione!

  2. Un mezzo che vale oro per chi la deve utilizzare, e io, credetemi, lo so bene, ma senza valore commerciale, quindi non si può nemmeno rivendere, perchè gli aventi diritto la ricevono GRATUITAMENTE dall’ASL di competenza. Sono le gambe di un disabile e da quel mezzo dipende la qualità di vita delle persone. Una vergogna inaudita per chi ha commesso il furto.

  3. Quando si stava peggio, le porte erano aperte e nessuno toccava niente, vi era più rispetto, più ordine, ora che si sta meglio (cosi dicono), neanche in banca i risparmi sono al sicuro !
    Ringraziamo le leggi che non puniscono in maniera adeguata questi BASTARDI.

Comments are closed.