Home Ceriano Laghetto Ceriano Laghetto: per la polizia locale bilancio in attivo. Spaccio nel mirino

Ceriano Laghetto: per la polizia locale bilancio in attivo. Spaccio nel mirino

239
0

CERIANO LAGHETTO – L’organizzazione del servizio di polizia locale di Ceriano Laghetto continua come sempre nel suo  percorso di crescita: sempre più funzionale alle richieste ed esigenze del territorio attraverso la ricerca di una vera e provata sinergia con i cittadini, le altre forze dell’ordine ed i volontari. Anche durante l’anno 2017, per affrontare i fenomeni di illegalità presenti sul territorio e per accompagnare il paese verso sempre migliori livelli di civile convivenza, il servizio di polizia locale ha proseguito l’attività attraverso i servizi di polizia sul territorio mirati al controllo della microcriminalità nonché alla prevenzione ed al contrasto dei più comuni illeciti amministrativi in materia di codice della strada, di ordinanze sindacali e di regolamenti comunali. A tal proposito si segnala che nel 2017 il comando di polizia locale è stato impegnato sul territorio quotidianamente, in collaborazione con le altre forze dell’ordine quali carabinieri, Guardia di finanza, polfer, polizia provinciale, al fine di prevenire e contrastare lo spaccio di stupefacenti soprattutto in alcuni punti sensibili quali le stazioni ferroviarie.

Sono stati effettuati decine di controlli mirati ed identificati oltre 200 soggetti dediti al consumo di sostanze stupefacenti di cui 20 di questi sono stati segnalati alla questura di Milano – Ufficio misure di prevenzione – per la proposta di rimpatrio con foglio di via obbligatorio dal Comune di Ceriano Laghetto. Questo è stato possibile anche grazie alla collaborazione dei volontari del Gst che con la loro costante presenza e le importanti segnalazioni hanno permesso un più capillare monitoraggio del territorio e di conseguenza hanno reso un grande contributo anche alle forze dell’ordine in generale. Da segnalare anche che nel 2017 la polizia locale unitamente ai carabinieri si è resa protagonista nell’affrontare l’odioso fenomeno delle truffe agli anziani mediante un incontro dedicato a loro tenutosi presso il centro terza età di Villa Rita perché purtroppo tornano ciclicamente a manifestarsi ormai ovunque gli episodi di truffe, tentate o andate e segno, nei confronti di anziani soli in casa ma anche per strada. Grazie anche alle segnalazioni dei volontari del Gst è stato possibile sventare più volte questo tipo di azioni criminose.

Particolare attenzione si è prestata anche sul fronte dei controlli edilizi alcuni dei quali poi sfociati in denunce all’autorità giudiziaria. Sono state trattate puntualmente le istanze e gli esposti inviati dai cittadini, compatibilmente con le priorità operative. Sono 76 le pratiche commerciali evase tramite Suap (Sportello unico per le attività produttive), 40 sono invece le pratiche evase per conto della Procura della Repubblica e altre forze di polizia, 8 sono stati poi i decreti notificati agli interessati per conto della Prefettura inerenti ritiri o riconsegna di patenti di guida, 15 sono state le pratiche Sdi evase (banche dati già in uso agli organi di polizia dello Stato). Sono stati infine rilevati 10 sinistri stradali, alcuni dei quali con elevata complessità tecnica nel rilievo stesso. Vi è stata la costante presenza in occasione di manifestazioni su aree pubbliche in collaborazione con i volontari del Gruppo di supporto territoriale e della Protezione civile. I risultati complessivi appaiono più che soddisfacenti e confermano che il percorso intrapreso è da ritenersi corretto. Tra le diverse attività svolte ottengono particolare significato quelle poste a tutela del decoro urbano e del contrasto all’illegalità. Sono stati infatti emessi numerosi verbali per violazioni amministrative nella fattispecie per contrastare il fenomeno del volantinaggio selvaggio e della vendita abusiva da parte di cittadini extracomunitari, nel caso di specie sono stati emessi 10 verbali amministravi per un totale di 7 mila e 913 euro. Questo dimostra che con il presidio costante e sinergico con il volontariato e le altre forze di polizia e con il contributo attivo dei cittadini, quindi con la prevenzione sul territorio, aumenta la sicurezza. Il 2017 ha visto infine, come ormai da prassi consolidata, la polizia locale protagonista nell’educazione stradale nelle scuole. Inoltre è stato affrontato nelle scuole anche il tema del bullismo, uno dei problemi del nostro tempo. Tale forma di violenza infatti segna psicologicamente e indelebilmente il comportamento dei futuri adulti e provocano paure e grandi difficoltà ad instaurare relazioni. A tal proposito la polizia locale ha partecipato, in collaborazione con il centro psicopedagogico, anche ad un incontro formativo presso la sede del palazzo Comunale organizzato dal consiglio comunale dei ragazzi e delle ragazze (Ccrr).

12012018