SARONNO – Il silenzio dell’Amministrazione comunale di centrodestra sulla richiesta di patrocinio, da parte delle associazioni saronnese che stanno allestendo la Giornata della memoria, ha scatenato l’ira dei volontari impegnati a preparare questi eventi. Ed anche il consigliere comunale ex Fratelli d’Italia, Alfonso Indelicato, stigmatizza la mancata presa di posizione del Comune.

Dunque i casi sono due. O le manifestazioni programmate a Saronno da Aned, Anpi, Acli ed Isola che non c’è sono faziose e tali da utilizzare strumentalmente il “Giorno della memoria” per mettere in piedi la solita manifestazione politica contro il centrodestra, oppure trattasi di iniziative con un dignitoso profilo politico e culturale. Conoscendo i polli, sono quasi certo della prima tesi, ma in tutta onestà non posso escludere la seconda. Allora, se è vera quest’ultima, l’Amministrazione ha il dovere di concedere il patrocinio. Se è vera la prima, invece, ha il dovere politico-morale di negarlo, ma contestualmente ha quello di motivare il diniego, e di farlo entrando nel merito delle iniziative proposte, evidenziandone gli aspetti problematici.

Ha questa Amministrazione la capacità di farlo? È presto detto: no. Cosa succede in città? Succede che la cultura è la grande desaparecida. L’assessorato, nonostante i lodevoli sforzi dell’avvocato Castelli, è un ministero senza portafoglio. La relativa commissione non si riunisce da tempi preistorici, e pour cause, non avendo nulla da discutere e proporre. Data questa incapacità con relativa afasia, non resta che fare melina, melina e catenaccio: l’Amministrazione non concede il patrocinio, ma neppure lo nega. Nel frattempo diffida dall’utilizzare su manifesti e inviti lo stemma del Comune. Così il tempo passa, poi se Dio vuole passerà la nottata, e tireremo tutti un sospiro di sollievo.

Alfonso Indelicato
Consigliere comunale eletto a Saronno

15012018

18 COMMENTI

  1. Si prendono persino le bacchettate da Indelicato… sono alla frutta! Stacchiamo la spina…

    • Chi è Indelicato??
      Se ha tante cose da dire..poteva rimanere dov’era…o no??
      Solo bla bla bla…un Silighini 2

      • Mirko, per quanto ne so Indelicato ha presentato diverse mozioni, quello che è stato fatto con l’assessore alla cultura è stato fatto per intervento ed organizzazione sempre di Indelicato, (infatti da quando è uscito dalla maggioranza l’assessorato alla cultura e defunto…), te lo dico perché sono sempre presente ai consigli comunali e partecipo a diversi eventi di destra o sinistra che siano… Sai essendo in pensione mi creo degli interessi e parlo sapendo quello che dico, non come te che parli per parlare… Bla bla bla

        • Si dedichi al sociale..la politica è troppo complicata x uno che deve crearsi un diversivo. Bla bla bla

  2. La libera esposizione del Consigliere Indelicato denota, a conferma di una diffusa convinzione popolare, che questa piccola amministrazione dai connotati leghisti è priva di quel bagaglio politico culturale per amministrare in una città come Saronno anche formali concessioni, dimostrando di non averne le capacità. Il Patrocinio è un atto Istituzionale di attenzione per le attività svolte dalle associazioni cittadine che rimarcano la storia vissuta di un elettorato fedele che spesso viene tirato per la giacchetta solo quando il personaggio politico della propria corrente politica presenta il conto

  3. Per prendersi le bacchettate anche da Indelicato, sono proprio alla frutta… stacchiamo la spina, please

    • Il sognatore vorrebbe che un’amministrazione si dimetta per il patrocinio negato o concesso a delle associazioni per gli eventi della Shoah?!
      A me sembra che la situazione sicurezza sia migliorata (basta fare un giro in stazione ), sembra che gli impianti comunali siano stati rimessi a norma dopo 15 anni di lassismo, mi sembra che siano stati organizzati diversi eventi, dallo street food ad altre iniziative per il commercio, le bonifiche cantoni, e molto altro fermo da anni di snobismo saronnese, e che questi 2 anni di amministrazione siano positivi.
      Sicuramente non adatti ai più snob, ma positivi…almeno per non cadere a causa di un patrocinio concesso o meno.

      • Caro commentatore anonimo, ma evidentemente prezzolato: tutta la vicenda Cantoni è ascrivibile alle oggi opposizioni, al governo nella scorsa consigliatura, la situazione della sicurezza in stazione è, a voler essere generosi, uguale a prima, non si tratta di essere snob, ma di essere ciechi, o condiscendenti, il che è anche peggio….

  4. Come disse il Giulio Nazionale…Il potere logora, chi non c’è l’ha!
    Per non parlare del Suo contributo quando era in maggioranza…

  5. I soliti commenti italiani, quelli per cui il succo delle cose non conta più, contano le fazioni, i sospetti, le presunte ideologie. La Giornata della memoria esiste. Si corre spesso il rischio che in tal modo la riflessione su quel genocidio diventi liturgia, ma pazienza. E’ un rischio che va corso.
    Ci sono associazioni che la vogliono celebrare. Avete paura che strumentalizzino la Giornata? Ma allora partecipate anche voi, Santo Dio! Fate vostra la Giornata! Non distruggete il ricordo di milioni di morti innocenti solo perché non vi va chi ne parla! Boicottare il ricordo della Shoa solo perché non sopportate l’ANPI o che dir si voglia non è solo un crimine; è una cretinata.

  6. Indelicato ebbe la possibilità di fare l’assessore ed anche di presiedere la commissione cultura, ma rifiutò. Ora parla.

  7. ma come si può pretendere che questa amministrazioni patrocini la giornata della memoria? loro si sono fermati alla battaglia di legnano con il barbarossa. tutto il resto non lo hanno studiato. indegni di governare la nostra città

  8. GRANDE Indelicato.
    La commissione Cultura, se si riunisse ancora, dovrebbe spiegare che fine hanno fatto i tre bandi per concorsi di idee; spiegazioni sul cinema Sotto le Stelle; la condizione del teatro che ha perso il Venerdì diventando così un dopo lavoro da WeekEnd; la situazione pietosa delle scuole elementari dove piove dentro; che fine abbia fatto il progetto del non spreco di cibo nelle mense; il calendario in ritardo o mai consegnato; perchè in biblioteca alcuni giornali presenti siano di partiti di estrema sinistra ormai allo zero virgola ed invece manchino alcune nuove testate indipendenti; qualle strategia culturale si prefiggono a parte il favorire lo sport del “grazie a tutti se sono arrivato uno” o ancor peggio di un Calcio ormai decotto e fallito. Potrebbe forse salvarsi in angolo con l’organizzazione di “Curs de Lumbard” oltre alla festa di Sant’Antonio ed alla fallimentare (lo scorso anno) sfilata dei carri di carnevale.

  9. Si segnala l’incontro presso l’Istituto Padre Monti dal titolo ” La memoria è domani. Da Auschwitz a …Saronno”, fissato per il 26 gennaio alle ore 18.

Comments are closed.