SARONNO – Domani, martedì, alle 21 al palazzetto di Monticelli la Canottieri Ongina sarà attesa dal “regolamento di conti” con Saronno nella gara di ritorno dei quarti di finale di Coppa Italia di serie B maschile. Sabato, infatti, la squadra di Massimo Botti ha ceduto 3-2 in terra lombarda e ora avrà bisogno di una vittoria per inseguire la seconda, consecutiva Final four della propria storia. Per qualificarsi alla Final four, la Canottieri Ongina deve vincere il match di ritorno: in caso di 3-0 o 3-1, i gialloneri intascherebbero direttamente il pass, mentre se vincessero 3-2 dovrebbero giocare il golden set. A Saronno, invece, basta una vittoria con qualsiasi risultato per entrare tra le “magnifiche quattro”.

Qui Saronno – Saronno andrà a Monticelli con grande carica, con la formazione di Pierluigi Leidi galvanizzata dal successo casalingo del Paladozio, poi festeggiato sotto la tribuna con i tifosi, Eagles in testa. “E’ stata una vittoria di cuore – racconta il tecnico bergamasco degli “amaretti”, Gigi Leidi – per la prima volta quest’anno affrontare un match senza avere la convinzione di essere superiori all’avversario ha fatto sì che venisse esaltato il collettivo, capace di dare ancora qualcosa in più. Probabilmente, il match d’andata non è è stato il più bello tra due squadre con diversi acciacchi. Siamo partiti bene, poi la Canottieri Ongina è salita in cattedra nel terzo e nel quarto set. Nel tie break abbiamo cambiato una situazione di difesa, salvando 2-3 pallonetti in più, fino a quel momento letali per noi, e abbiamo messo giù alcuni contrattacchi che hanno deciso la partita. Contenti per la vittoria, ma non è stato ancora deciso nulla: dobbiamo vincere anche a Monticelli”.

Qui Canottieri Ongina – In casa monticellese c’è la volontà non solo di inseguire il prestigioso traguardo, ma anche riscattare il ko di sabato scorso, il primo in assoluto della stagione in corso della Canottieri Ongina. I margini per la rimonta ci sono, considerando anche la prova a corrente alternata arrivata al Paladozio contro gli “amaretti”. Sotto 2-0, la squadra di Botti è riuscita a reagire agguantando il tie break dove però è mancato un pizzico di concretezza nel mettere giù la palla. Tra i fondamentali sicuramente migliorabili c’è la battuta, il cui rendimento è stato inferiore agli standard. Tutti aspetti che possono indurre positività in vista del match di martedì. Sul versante infermeria, sabato hanno riassaggiato il campo l’opposto Maikel Cardona e il martello Sandro Caci, reduci da due match saltati per infortunio, mentre resta in dubbio il centrale Beppe De Biasi, fermo in panchina al Paladozio. Ad analizzare la situazione è il libero giallonero Andrea Cerbo (foto di copertina), ex di turno che ripercorre il primo atto del duplice duello. “Saronno – spiega il giocatore milanese della Canottieri Ongina – ha iniziato con un’intensità in battuta molto alta e questo ci ha messo in difficoltà in ricezione; inoltre, non abbiamo trovato continuità sul nostro servizio. Nel terzo e quarto set la loro battuta è scesa, mentre noi siamo cresciuti in ricezione e in attacco, trovando il nostro ritmo di gioco e arrivando al tie break. Il set corto è stato deciso da un paio di episodi: potevamo mettere giù la palla, ma non ci siamo riusciti, cosa che invece è stata fatta da Saronno. In ogni modo, la serie è aperta, ci attende un’altra battaglia e possiamo fare meglio”.

Gli arbitri – A dirigere l’incontro tra Canottieri Ongina e Saronno saranno il primo arbitro Roberto Russo e il secondo arbitro Luigi Peccia.

Gara 1 è andata così – Questo il tabellino del match d’andata di sabato scorso al Paladozio.

Saronno-Canottieri Ongina 3-2
(27-25, 25-23, 21-25, 16-25, 15-12)
SARONNO: Della Pietra 1, Gaggini 18, Buratti 5, Cafulli 27, Rigoni 9, Spairani 6, Rudi (L), Chiofalo, Falanga 1, Kely 2, Canzanella 1, Guglielmo. N.e.: Ronzoni, Scarpino. All. Leidi.
CANOTTIERI ONGINA: Bonola 9, Parisi 1, Nasari 16, Bara 12, Cardona 16, Binaghi 5, Cerbo (L), Miranda 1, Pazzoni, Caci 14. N.e.: De Biasi, Filipponi. All. Botti.
Arbitri: Pasin e Spinelli.

Gli ex – Nelle fila giallonere militano due ex di Saronno: si tratta del libero Andrea Cerbo, al suo primo anno a Monticelli dopo il biennio con gli “Amaretti”, e del palleggiatore Emilio Pazzoni, in terra lombarda nella stagione 2012-2013 in B2.

Copertura media del match – La partita sarà trasmessa in diretta Facebook sulla pagina “Serie B Pallavolo Saronno”; sulla pagina Facebook della Canottieri Ongina (Volley Canottieri Ongina), invece, si potranno seguire gli aggiornamenti live di punteggio.

Il quadro della Coppa Italia – Questo il tabellone dei quarti di finale di Coppa Italia di serie B maschile. La prima squadra qualificata alla Final four è la Sa.ma. Portomaggiore.
1) Saronno-Canottieri Ongina 3-2 (gara d’andata) sabato 27 gennaio ore 21 a Saronno; Canottieri Ongina-Saronno (gara di ritorno) martedì 30 gennaio alle 21 a Monticelli.
2) Alva Inox Delta Volley-Dream Volley Fucecchio mercoledì 7 febbraio alle 20 a Porto Viro (gara unica).
3) Sa.Ma. Portomaggiore-Sarroch 3-0 sabato 27 gennaio alle 21 a Portomaggiore (gara unica).
4) Conad Lamezia-Bcc Leverano 3-2 (gara d’andata) domenica 28 gennaio alle 18 a Pianopoli; Bcc Leverano-Conad Lamezia (gara di ritorno) martedì 6 febbraio alle 20.30 a Leverano.

(nelle foto di Annarita Zilli, alcuni momenti del match d’andata tra Saronno e Canottieri Ongina)

29012018