SARONNO – Vertice in Municipio, l’altro giorno, fra responsabili comunali, operatori del settore e associazioni di categoria: tema quello del mercato del mercoledì mattina. Obiettivo comune, quello di rilanciare l’uso di piazza dei Mercanti, che si è progressivamente svuotata. Nel palazzo comunale di piazza Repubblica si è dunque tenuta la “commissione commercio su suolo e area pubblica”, commissione composta dal Comune di Saronno e dalle parti del “privato sociale”. I temi dibattuti sono stati ampi: dalla futura regolamentazione che l’amministrazione saronnese proporrà alla votazione del consiglio comunale, alle problematiche riscontrate nel mercato cittadino del mercoledì, osservato speciale dalla commissione. Il mercato di Saronno, infatti, si svolge il mercoledì mattina ed è uno dei più grandi della Lombardia con i suoi quasi trecento posteggi che si diramano tra le vie di due quartieri della città.

“Nei due anni di assessorato, mediante diverse azioni, sono state prese in esame le differenti criticità: dalla normazione, risalente al 2002 e ormai necessitante aggiornamenti, alle difficoltà operative e gestionali: sarà infatti a breve implementato un sistema gestionale digitalizzato che consentirà maggiore facilità nei controlli e una razionalizzazione nella gestione” spiega l’assessore comunale al Commercio, Francesco Banfi (foto). Su impulso dell’amministrazione, i controlli svolti dall’ufficio commercio sono avvenuti nel campo burocratico, anagrafica e tributario mentre in loco, svolti dall’annonaria, hanno riguardato la tutela del consumatore, i posizionamenti dei banchi, il rispetto delle norme come delle distanze e degli spazi per i mezzi di soccorso. Particolare attenzione è stata riservata al controllo delle presenze, sia di ambulanti titolari di concessione (quindi con posto fisso) che di spuntisti (supplenti), che alla verifica dei posteggi vacanti o liberi per effetto di revoche di vario genere e natura.

Il quadro che è emerso, e di cui è stata edotta la commissione, è quello di un mercato con diversi posti vacanti, circa trenta, ubicati per la quasi totalità nella zona della piazza dei mercanti. Desiderio dell’amministrazione come delle parti sociali è quello di rivitalizzare la piazza del mercato che, negli intenti di tutti, deve essere il cuore nevralgico del mercato. “Sicuramente – dice Banfi – la questione più emergente a chiunque guarda il mercato. E’ un problema annoso, che deve però essere affrontato. Sono sul tavolo diverse strategie di approccio: l’amministrazione ha avanzato le proprie e ha recepito le osservazioni e le proposte delle categorie. Entro un mese, necessario per valutazioni di natura tecnica, avverrà la seconda riunione nella quale discuteremo proprio della soluzione che si andrà a proporre”.

03022018

5 COMMENTI

  1. Occasione per trasferire le bancarelle di via Bossi in piazza Mercanti. Sarebbe ora!!!!!

  2. Se l’assessore prestasse le stesse attenzioni alle esigenze dei negozianti, magari la città ne gioverebbe e invece non si accorge che si sta spegnendo lentamente e le saracinesche si abbassano, però abbiamo brutti mercatini di tutti i tipi e sparsi in tutto l’arco dell’anno

  3. I mercati settimanali sono al tramonto ovunque. Vanno razionalizzati, ripensati, rilanciati. E magari anche riposizionati. Perché esumo pensa a mettere il mercato di saronno dov’era un tempo. Corso italia, piazza libertà,…. Tra l’altro utilizzando la zona pedonale il traffico ne soffrirebbe meno.

  4. L’assessorato più scarso e meno preparato della città. Questa è la politica, dare “poltrone” a chi non è in grado di amministrare, e tutto ai danni dei cittadini. Grazie SAC, ormai siete alla frutta, non vi voterà più nessuno, i vostri giochetti li abbiamo capiti.

Comments are closed.