CESATE – Nella gara da non sbagliare, e persa dal Fbc Saronno contro l’Ardor Lazzate, i voti nelle pagelle dei biancocelesti sono inevitabilmente piuttosto bassi, con poche eccezioni.

Frigerio 5.5: non è il solito portierone, poco impegnato ma quando è chiamato in causa è poco sicuro, sul raddoppio dell’Ardor non è esente da colpe.
Cantoni 6.5: torna ad essere schierato in difesa e i risultati si vedono. Sbaglia poco, sempre pronto e trova anche il gol del momentaneo vantaggio di testa.
Galimberti 6: un po’ sotto tono, poco pericoloso sui calci piazzati ma dietro le palle alte sono tutte sue, sufficienza piena.
Favero 6: fa il suo in mezzo alla difesa, pochi errori, sempre concentrato.
Pisoni 6: spinge tanto sulla fascia, crossa bene ma gli attaccanti non riescono a concretizzare, cerca anche l’azione personale e si rende pericoloso (40’ st Alanga sv: si da tantissimo da fare ma in così pochi minuti non può incidere).
Vieira 5.5: si vede poco, grande difficoltà in fase offensiva, parso timoroso al momento di calciare, manca di concretezza (30’ st Marzorati sv: tocca pochissimi palloni e li sbaglia, non lascia il segno).
Ceriani 6.5: uno dei migliori in campo; lotta, recupera, imposta, un tassello importantissimo per il centrocampo saronnese (27’ st Lardera sv: si vede poco, recupera un paio di palloni ma niente di più).
Ferraro 6: rimesso a centrocampo, lotta e da il 100 per cento, insieme a Ceriani crea una diga davanti alla difesa.
Scavo 6: primo tempo perfetto, da tanto tempo non si vedeva così brillante; nella ripresa invece sembra un altro giocatore e sbaglia anche il rigore.
Surace 6: solito lottatore, ce la mette tutta, gli manca solo il gol.
Costantino 6: piacevole sorpresa, si è visto poco in questa stagione e oggi ha sfruttato l’opportunita data da Pilia, andando anche vicino al gol.
Cristian Beretta

11022018