http://www.agenziablitz.com/

SARONNO – Ospite d’eccezione per la sezione Aia di Saronno: per un incontro con gli arbitri di calcio locali, c’erano anche quelli provenienti da Busto Arsizio, il relatore era l’internazionale Marco Guida. Che ha saputo coinvolgere gli oltre cinquanta presenti in una lezione tecnica che per le giovani e meno giovani “giacchette nere” del Varesotto è stata anche l’occasione per confrontarsi con uno degli arbitri “top” a livello mondiale.

Tema di approfondimento, quello della “gestione dell’errore” e del rapporto in campo fra giocatore ed arbitro, sono stati proiettati anche dei filmati e ci sono state le domande dei presenti, comprese quello dell’interessatissimo assessore comunale allo Sport, Gianpietro Guaglianone presente a dare il benvenuto a Guida assieme al vicesindaco Pierangela Vanzulli ed il “capo” degli arbitri della Lombardia, Alessandro Pizzi. A fare gli onori di casa il presidente di Aia Saronno, Davide Rosio con i collaboratori, da Edoardo Piazza a Stefano Giannetti a tutti gli altri, c’è stata anche la consegna a Guida di una maglia con le firme di tutti gli arbitri presenti. Guida, 36enne di Torre del Greco, ha risposto a tutte le domande, svelando anche aspetto personali, di come l’attività arbitrale, iniziata a 15 anni, lo abbia accompagnato in un percorso di vita, “dalla laurea, al matrimonio, ed ora all’arrivo della mia seconda figlia. Mi ha dato rigore e mi ha fatto crescere”.

14022018

SCRIVI UN COMMENTO

Pe favore, inserisci il tuo commento
Per favore, inserisci qui il tuo nome