SARONNO – Sabato 17 febbraio, proprio mentre a Bologna Romano Prodi ufficializzava il proprio sostegno alla lista Insieme, a Gallarate, alla Cooperativa di Arnate, si presentavano i candidati della provincia di Varese alle prossime elezioni regionali (Andrea Barcucci, Fiorella Perfetti, Giovanbattista Oliva, Anna Cinelli, Luciano Biscella e Anna Maria Di Tonno) e a quelle politiche (Elisa Ratti, candidata alla Camera nel collegio Lombardia 1 e Raffaele Esposito candidato al Senato nel collegio Lombardia 3).

I candidati sono stati introdotti dal segretario provinciale del Partito Socialista Italiano Filippo Proto, che ha illustrato le caratteristiche e gli obiettivi della lista Insieme e ha precisato che “Insieme è una lista di ispirazione ulivista che nasce dalla messa in comune di storie ed esperienze politiche consolidate come quella dei riformisti socialisti e degli ambientalisti, con le tante realtà civiche del territorio”.

In questa lista, che è presente sia per le elezioni politiche sia per quelle regionali, a sostegno della candidatura a presidente di Giorgio Gori, le diverse visioni ed esperienze politiche si riconoscono nell’obiettivo comune della sostenibilità ambientale, sociale ed economica dell’Italia e della Lombardia, in un’ottica di unità del centro-sinistra. Unità che è particolarmente necessaria in questo momento della storia politica italiana.

Si sono poi presentati i singoli candidati, che hanno storie ed esperienze politiche differenti (alcuni hanno già avuto esperienze come amministratori pubblici, altri sono al loro debutto elettorale) ma che condividono in pieno gli obiettivi di equità sociale in un quadro di sviluppo sostenibile che sottostanno al programma condiviso di Insieme.
Se eletti, si impegneranno ai vari livelli per soddisfare adeguatamente i bisogni fondamentali dei cittadini (abitazione, lavoro, istruzione, salute e diritti civili) e per ridurre le disuguaglianze sociali.
Hanno inoltre sottolineato il loro impegno per ridurre la burocrazia, che rappresenta uno dei maggiori freni allo sviluppo, e per facilitare e sostenere l’attività degli amministratori locali, troppo spesso impossibilitati ad accedere a fonti di finanziamento esterne per la complessità delle pratiche necessarie.
Un forte richiamo è stato fatto anche per quanto riguarda lo sviluppo del territorio regionale, che deve essere equilibrato e soprattutto coordinato. E’ stata evidenziata infine la necessità di dotare la Lombardia di un sistema infrastrutturale adeguato a sostenere lo sviluppo dell’economia e i collegamenti con il centro e il nord Europa.
Insomma, un programma a tutto campo che i candidati si apprestano ad affrontare Insieme.

19022018