CARONNO PERTUSELLA – Riceviamo e pubblichiamo la nota di Daniela Restelli, segretario cittadino della Lega Nord, in replica al consigliere comunale Alfonso Indelicato sull’astensione della Lega Nord alla votazione per l’approvazione della mozione antifascista.

“Caro Consigliere Indelicato, non siamo noi che sediamo accanto alla sinistra in Consiglio Comunale. Neppure ci appartiene l’anacronistico scontro fascismo/comunismo che molti, da entrambe le parti, si ostinano a procrastinare, con l’unico risultato di dare un pietoso cappello di giustificazione (rossa o nera che sia) a vergognose violenze e scontri di piazza.

La missione politica della Lega Nord è ben altra, e bene l’hanno rappresentata i nostri Consiglieri in fase di discussione della citata mozione. La nostra posizione, che è stata riassunta superficialmente in 2 righe di giornale da alcuna stampa locale, è stata in realtà articolata e argomentata in sede consiliare sia dal capogruppo Matteo Sinelli, sia dal consigliere Michele Variato, i quali hanno chiesto di togliere i riferimenti di parte dalla mozione e di sostituirli con una condanna generale a tutte le forme di violenze e di totalitarismi antidemocratici e anticostituzionali.

Ma la sinistra ha dimostrato ancora una volta tutta la sua parzialità, rigettando la richiesta dei nostri consiglieri, che quindi, pur condividendo la condanna dei movimenti violenti e antidemocratici, non hanno condiviso l’etichetta strumentale e politica dell’antifascismo, che assolve tutte le frange estremiste e anarchiche parimenti anticostituzionali e antidemocratiche. La sinistra, che tanto ama la Costituzione, a furia di tirarla per la giacchetta, non fa altro che indebolirla, rendendola esclusiva e rappresentativa solo per la parte di cittadini asserviti al suo pensiero unico.

Sperando di aver chiarito le idee al consigliere Indelicato, aggiungo che se egli condivide ancora – come quando si era candidato in alleanza con la Lega Nord a Saronno – i valori della libertà nel rispetto delle leggi e della convivenza civile, della certezza della pena, della difesa dei confini, dell’amore per il proprio territorio e per il proprio popolo, della cultura e delle tradizioni, della famiglia, delle radici cristiane della nostra società, allora non faticherà a scegliere chi votare domenica. Questa è la Lega in piazza Duomo a Milano come quella di Caronno Pertusella, questa è ed è sempre stata la Lega Nord. Guardiamo al futuro, partendo dalle nostre radici, di cui andiamo orgogliosi, senza cadere in burroni violenti e ideologici neri o rossi, all’estrema destra o all’estrema sinistra.”

(foto archivio)

02032018

5 COMMENTI

  1. sono alleati strategici di Casapound….Forza Nuova ecc…a Saronno addirittura strutturali

  2. Le varie sezioni della lega nord di Caronno, Origgio e Gerenzano hanno disgregato negli anni il saronnese per i loro piccoli interessi personali, salvo poi piazzare Sinelli a Saronno.
    Basta incarichi politici a Saronno affidati a cittadini non residenti in città.

  3. Ma quante imprecisioni,alleanza nazionale? Forse volevi dire fratelli d’Italia, Indelicato siede vicino alla sinistra, vero ma non perché ne condivide i programmi o quant’altro, bensì perché ha dato le dimissioni dalla maggioranza, credimi nessuno è più di destra del consigliere Indelicato, piuttosto fatevi un esame di coscienza…questa reazione forse è dovuta alla vostra coda di paglia?

  4. e già loro sono fuori da battaglie ideologiche visto che il carnevale padano non lo vuole più neanche Salvini che preferisce parlare con Casapound piuttosto che gridare Padania Libera …. come invece fanno ancora i fazzoletti verdi di zona…

Comments are closed.