CERIANO LAGHETTO – Elezioni 2018; al termine delle operazioni di spoglio nelle cinque sezioni di Ceriano Laghetto, il primo dato conferma l’elevata partecipazione dei cerianesi alla tornata elettorale del 4 marzo scorso, con la quale si sono rinnovati la Camera dei Deputati, il Senato della Repubblica e il Consiglio regionale della Lombardia con l’elezione diretta del nuovo presidente. Per la Camera e per il Senato hanno votato il 79,5% circa degli aventi diritto, per la Regione il 77%.

Per la Camera, la coalizione di Centrodestra raccoglie il 47,18% delle preferenze con 1880 voti complessivi per il candidato nella circoscrizione uninominale Andrea Crippa (che risulterà eletto). Al secondo posto di coalizione il centrosinistra con il 24,09% di voti sulla candidata uninominale Giancarla Marchesi, al terzo posto il Movimento 5 stelle con il 23,97% sulla candidata Michaela Piva, al quarto Liberi e Uguali con il 2,45% sulla candidata Giovanna Pranio. Nei voti di lista, primo partito è la Lega con 1358 voti (35,07%), secondo il Movimento 5 stelle con 933 voti (24,09%), terzo il Partito democratico con 827 voti (21,35%), quarta Forza Italia con 354 voti (9,14%), quindi Fratelli d’Italia con 112 (2,89%), Liberi e Uguali con 93 (2,40%) e +Europa con 76 (1,96%). Sotto l’1% le altre liste. Per il Senato, la coalizione di Centrodestra raccoglie il 47,10% delle preferenze con 1748 voti complessivi per il candidato nella circoscrizione uninominale Paolo Romani (che risulterà eletto).

Al secondo posto di coalizione il centrosinistra con il 24,41% di voti sulla candidata uninominale Diana Alessandra De Marchi, al terzo posto il Movimento 5 stelle con il 23,41% sul candidato Bruno Marton, al quarto Liberi e Uguali con il 2,34% sul candidato Felice Stefano Cagliani. Nei voti di lista, primo partito è la Lega con 1263 voti (34,84%), secondo il Movimento 5 stelle con 845 voti (23,31%), terzo il Partito democratico con 787 voti (21,71%), quindi Forza Italia con 329 voti (9,07%), quindi Fratelli d’Italia con 112 (3,08%), Liberi e Uguali con 87(2,40%) e +Europa con 67 (1,84%). Infine, per quanto riguarda il nuovo consiglio di Regione Lombardia e il nuovo presidente, a Ceriano Laghetto, più di un elettore su due ha scelto la coalizione di Centrodestra e Attilio Fontana, che risulterà poi eletto presidente. Il risultato definitivo di coalizione è 2033 voti (50,69%). Al secondo posto di coalizione il candidato di Centrosinistra Giorgio Gori, che ha raccolto 1086 voti, pari al 27,08%, al terzo posto Dario Violi del Movimento 5 stelle con 757 voti (18,87%), mentre al quarto posto Onorio Rosati di Liberi e Uguali con 75 voti (1,87%). Nelle preferenze di lista, la Lega sfiora il 40% con un totale di 1509 voti (39,66%), al secondo posto il Partito democratico con 832 voti (21,87%), quindi il Movimento 5 stelle con 713 voti (18,74%), poi Forza Italia con 334 voti (8,78%), Fratelli d’Italia con 83 voti (2,18%), Liberi e uguali con 72 voti (1,89%) e + Europa con 49 voti (1,28%). Tutte le altre liste sono sotto l’1 per cento. “Di fronte a questi risultati, pur distinguendo gli ambiti verso i quali sono destinati, non posso fare a meno di esprimere soddisfazione mia personale e della maggioranza consigliare che sostiene la mia giunta – commenta il sindaco Dante Cattaneo – Ora però ci si rimbocchi le maniche: i cittadini chiedono uno Stato che riporti sicurezza, una burocrazia più veloce e maggiore concretezza”.

15032018