SARONNO – Due diligence: la cordata che intende acquisire il Fbc Saronno ha formulato all’attuale presidente Antonio Pilato ed ai suoi collaboratori la richiesta di una serie di documenti contabili e informazioni sulla società (la “due diligence”, appunto). Si tratta di un passaggio “obbligato” per poi formulare una eventuale proposta relativa al passaggio di mano del club calcistico. Insomma, la trattativa va avanti e adesso c’è anche una tempistica ben precisa: da qui a fine mese i possibili acquirenti intendono completare tutto l’iter, sempre che vi sia collaborazione ed interesse anche da parte dell’odierna dirigenza. Insomma, se l’acquisizione ci sarà, avverrà “tassativamente” entro fine mese, altrimenti il gruppo che si è “coalizzato” per acquisire il Saronno, seppure a malincuore guarderà altrove.

Ma perchè questa “fretta”? La volontà della cordata, del Milanese e della quale fanno parte imprenditori, commercialisti e professionisti già impegnati in ambito sportivo, è quella di iniziare da subito a lavorare sul futuro. Per la prima squadra in Eccellenza ci sono ancora speranze di salvezza, più per demeriti degli avversari che non riescono a “sganciare” definitivamente i biancocelesti ultimi in classifica. E poi l’intenzione sarebbe quella di impegnarsi da subito al rilancio del settore giovanile, dove c’è una juniores regionale a forte rischio di retrocessione nei provinciali.

23032018

10 COMMENTI

  1. la “due diligence” manco fosse la compravendita di una grande azienda: ma saranno 4 fatture e un quadernino a mano con la contabilità.
    Una società sull’orlo del fallimento anche sportivo a chi volete che interessi?? in realtà mi aspettavo che il FRS si autotassasse per il rilancio, ma probabilmente non ci credono neppure loro. Meno male che l’elettronica vi evita di spendere i soldi per la carta per questi articoli

Comments are closed.