ORIGGIO – Hanno trovato il sindaco Mario Ceriani e il comandante della polizia locale Alfredo Pontiggia –i venti profughi che saranno ospitati nello stabile di via Leonardo da Vinci 2. E’ stata una sorpresa per la piccola comunità che dall’oggi al domani ha scoperto dell’arrivo dei richiedenti asilo. A gestire la permanenza dei richiedenti asilo, tutti uomini arrivati principalmente dal centro di Gorla Minore, sarà una cooperativa di Gallarate.

“Come prevede il nostro ruolo di Amministrazione -– spiega il primo cittadino Ceriani –- nelle prossime ore faremo tutti gli accertamenti del caso per garantire il rispetto delle regole e chiaramente faremo tutte le verifiche per sapere esattamente chi sono queste venti persone””.

Il primo cittadino non risparmia una stoccata sull’operazione ma soprattutto sullo scarso preavviso: “Confesso il mio sconcerto per come gestisce la distribuzione dei profughi il Governo italiano: com’’è possibile che un sindaco, solo per il fatto che non sia direttamente chiamato in causa, venga avvisato da un giorno all’’altro dell’’arrivo di profughi nel suo comune? Un’informazione piů dettagliata e con tempistiche piů adeguate ènecessaria per chi ci mette la faccia e ha il compito di guidare la propria comunità””.

Ceriani rimarca: “Sono io che ci metto la faccia coi cittadini, loro si rivolgono a me non al Prefetto” E conclude: ““Ora la cosa piů importante è dare delle risposte dettagliate ai cittadini su queste persone e la loro permanenza. Faremo tutto quello che serve, rispettando ognuno il nostro compito””.

23032018

10 COMMENTI

  1. caro Ceriani…un prefetto se ne frega del parere dei sindaci anche perché l’ordine arriva dal ministero degli interni. Succede in tutta itaglia

  2. Trovo molto irresponsabile da parte di questa testata la pubblicazione della foto dello stabile. Il clima è quello della “caccia allo straniero” come abbiamo visto a Lazzate dove i cittadini sono andati in piazza e a fare picchetti sotto la casa dove c’erano due mamme straniere con due minori, e mancavano solo i forconi. Le cose di solito vanno in questo modo (come a Saronno): i sindaci fanno tutto il loro show per far vedere che fanno arrivare gli stranieri, per ‘difendere’ i loro cittadini, e poi gli stranieri vengono di solito osiptati lo stesso, alla chetichella, di nascosto, per far vedere alla città di aver avuto ‘le palle’…. e poi gli stranieri ci sono lo stesso e non se ne accorge nessuno, perchè non fanno niente di male a nessuno

    • Perché non fare un bel referendum comunale, siamo in democrazia, se la cittadinanza di Origgio vorra ospitare dei migranti avranno il posto se non fosse cosi bisognerà mandarli in comuni dove li vogliono!

    • Mi scusi ma a Lazzate di profughi non ce ne sono piu e da molto tempo…..quindi non sono battaglie a mulini a vento e nemmeno odio o razzismo, la gente e stanca, lo ha gia dimostrato con le elezioni,……ma la sinistra ancora non ha capito?

    • Trovo corretto che per diritto di cronaca si mostri la foto dello stabile dove verranno ospitati i migranti e a onor del vero negli ultimi anni i mass-media ci raccontano una caccia all’italiano sia morale che fisica.
      Bisogna rispettare gli abitanti di Lazzate che hanno preso una posizione senza nessun atto di violenza non dimentichiamo che le persone ospitate a Lazzate hanno fatto perdere le tracce evidentemente avevano qualcosa da nascondere; ricordo ancora a qualcuno che non è proprio così vero che non fanno nulla di male visto che i giornali e le televisioni ci raccontano di continui atti delinquenziali commessi da migranti…

    • Perchè non si dovrebbe pubblicare la foto, cosa c’è da nascondere? E poi in una metropoli come Origgio sai quanto ci vorrebbe a trovarla comunque.

    • Hanno pure l’aria condizionata a quanto pare, evidentemente soffrono il caldo tropicale di Origgio.

  3. Tra poco ci sarà il governo Salvini, Fontana dopo Maroni alla regione e il sindaco Ceriani dopo Panzeri, a chi darete poi la colpa di tutto ciò …

Comments are closed.