BOLLATE – Niente da fare per la Rheavendors Caronno nel derby di Coppa Italia sabato pomeriggio a Bollate, ma per le favorite e ambiziose padrone di casa è stato necessario sudare le proverbiali sette camicie per riuscire a spuntarla sulla squadra del manager Argenis Blanco.

Nella gara di apertura lanciatrici in cattedra e pochissime battute, con risultato saldamente inchiodato sullo 0-0 sino ai “supplementari”: si è dovuti andare avanti sino al decimo inning quando le bollatesi sono riuscite a piazzare la zampata decisiva: 1-0. Di fronte ad un buon pubblico, sul diamante di Ospiate, per Caronno sul monte si è vista nelle primissime battute Bianca Messina poi già in avvio rimpiazzata dalla debuttante statunitense Michelle Floyd  (foto) che ha chiuso con un bottino di 9 strike out. Ne ha fatti 13 la sua controparte, l’azzurra Greta Cecchetti entra alla terza ripresa al posto di Sarah Pauly. Molto equilibrata anche la rivincita: 3-2 per Bollate con punti per le locali alla terza ripresa (uno) e due alla quinta. Due punti alla quinta anche le le caronnesi.

Per entrambe le compagini un test decisamente positivo, mentre nel girone di Coppa a questo punto Bollate è in pole position per la qualificazione alle final four del 21 aprile, ma il prossimo weekend ci sono ancora da giocare Caronno-Nuoro e Bollate-Nuoro.

07042018