SARONNO – Nella giornata di ieri gli articoli sulle ultime sofferte fasi del rimpasto della Giunta del sindaco Alessandro Fagioli hanno polverizzato tutti i record di articoli di politica de ilSaronno.

Tantissimi i clic ma anche i commenti e le richieste di chiarimenti arrivate “sotto gli articoli” e alla nostra mail. Tante le domande che, in modo più o meno ufficiali che i lettori hanno rivolto a IlSaronno ma anche, ad essere onesti, le critiche per la scelta di dare visibilità alle indiscrezioni e qualche accusa di non essere super partes.

Pur convinti delle nostre scelte editoriali abbiamo deciso, per fare chiarezza, di interrogare direttamente gli interessati ovvero i partiti di maggioranza.

Nella serata di ieri la direttrice Sara Giudici ha inviato questo articolo, in anteprima, via whatsapp a tutti i responsabili cittadini delle forze che compongono la coalizione che guida la città con un pacchetto di 3 domande. Semplici che riassumono quelle dei nostri lettori.

Tutti avranno la possibilità di rispondere e le risposte saranno pubblicate in un articolo ad hoc per ogni forza politica. Resta la possibilità di scegliere di non rispondere e per questo chiediamo agli interessati di rispondere entro la serata di giovedì 11 aprile. Ad essere interpellati Claudio Sala segretario della Lega Nord, Paolo Strano di Saronno al Centro, Ernesto Credendino di Fratelli d’Italia, Agostino De Marco di Forza Italia, Flavio Armanini di Doma Nunch Dario Lucano per Federalisti e Diego Solzi di Saronno Protagonista ed ovviamente il leader della coalizione il sindaco Alessandro Fagioli.

  1. A metà febbraio, nella conferenza stampa per l’ingresso di Fi, il sindaco Alessandro Fagioli aveva detto di essere soddisfatto dell’operato della sua Giunta: nelle motivazioni di ritiro delle deleghe si legge però programma non attuato e di progetti accantonati, qual è realmente la situazione attuale?
  2. Circola la mozione di sfiducia firmata dalle forze delle coalizione a carico dell’assessore uscente Francesco Banfi. L’avete condivisa? E come si è arrivati a questo punto?
  3. Con la consegna delle delega all’Urbanistica a Lucia Castelli si è concluso il rimpasto. Quali saranno le priorità della maggioranza a questo punto e nel dettaglio gli obiettivi della vostra forza politica?

11042018

9 COMMENTI

  1. Sindaco ,assessori ,consiglieri, rappresentanti di partito ,in questi anni di amministrazione la vs preoccupazione è stata quella di affrontare le problematiche di chi deve essere eletto assessore e varie cariche politiche.Ancora i cittadino non hanno visto un cambiamento radicale come promesso in campagna elettorale.Iniziate a lavorare e risolvere i problemi della città e dei cittadini….noi voglimo questo da Voi.Buon lavoro da un cittadino disgustato dal vs operato e dalla vs ignoranza politica.

  2. Rivolgere delle domande in merito al rimpasto di giunta alle segreterie politiche di questa maggioranza non è solo tempo perso perchè così si alimenta una perplessa confusione nell’elettorato. Le attuali segreterie hanno dimostrato con questo rimpasto la propria incapacità nel gestire le imposizioni ricevute dal primo cittadino che ha ritenuto di avocare a se ogni decisione. Pertanto l’unico a dover rispondere e dichiarare le motivazioni di questo rimpasto in prima persona a pieno titolo esclusivo è il Sindaco in carica che deve assumersi coerentemente ogni responsabilità politica ed amministrativa. I Saronnesi hanno il diritto di sapere e conoscere oggi e non dopo tutte le ragioni che hanno portato a queste revoche e spostamenti di persone in assessorati che richiedono esplicite conoscenze per necessità impellente della macchina comunale. Il ruolo assessorile non può circoscriversi nella sola firma in basso a destra.

  3. Abbiamo dovuto assistere ad un deprimente spettacolo con un valzer di deleghe e neo assessori veramente incomprensibile al cittadino medio.
    Confido che di tutta questo attivismo verrà ricordato nella primavera del 2020 (in fondo non manca poi tanto…)

  4. Nella foto c’è una anomalia…non compaiono parenti…dai Sara ormai è abitudine conclamata almeno un prente potevi mettercelo…

SCRIVI UN COMMENTO

Pe favore, inserisci il tuo commento
Per favore, inserisci qui il tuo nome