Home Basket I primi trent’anni di Claudia Dalla Valle in Robur

I primi trent’anni di Claudia Dalla Valle in Robur

1093
3

SARONNO – Durante l’intervallo della gara del campionato di Serie C Gold della iMO Robur Basket Saronno di sabato, l’istruttrice, allenatrice e pezzo di storia della pallacanestro saronnese, Claudia Dalla Valle, è stata premiata per i trent’anni, tutti filati, trascorsi in società. Era la stagione sportiva 1987/1988 quando Claudia Della Valle entrava per la prima volta da allenatrice di un gruppo tutto suo al PalaRonchi, da allora sono passati trent’anni e la Robur premia la sua allenatrice per il traguardo. All’epoca Claudia giocava nel basket Giovanna D’Arco, squadra femminile di Saronno successivamente incorporata con la sezione femminile della Robur. Studiando all’Isef ed avvicinandosi al mondo Robur fu, diciamo, selezionata da coach Tato Grassi che, con il benestare dell’allora direttore sportivo Ezio Vaghi, la invitò a far parte del gruppo che comprendeva anche una leggenda come Charlie Yelverton. All’inizio della stagione rilevò il gruppo dei nati nel 1974 e così cominciò una storia che dura tutt’oggi. Cresciuta con la scuola di Charlie Yelverton in pochi anni rilevò tutto il settore, producendo talenti, ma soprattutto insegnando basket facendo divertire centinaia di giovani roburini. «Laddove ci si trova spesso davanti a piccoli allenatori che pensano solamente ad arrivare in alto – dice il presidente Vaghi -, noi abbiamo trovato un allenatrice che si è dedicata in tutto e per tutto a trasmettere ai ragazzi i principi tecnici appresi da Charlie Yelverton e quei concetti della Robur Basket, come un corretto comportamento in campo, il rispetto degli avversari e gli arbitri, l’affrontare con serietà gli impegni seri e così via, dando naturale continuità ad un progetto di lunghissima durata. Nel corso di questi trent’anni Claudia è diventata un punto di riferimento imprescindibile della nostra società, non solo tecnico, ma anche a livello umano».

17042018

3 COMMENTI

Comments are closed.