TURATE – Giro di vite contro prostituzione e micro-criminalità, negli ultimi giorni da parte dei carabinieri della Compagnia di Cantù, che hanno competenze anche su tutto il territorio appena a nord di Saronno.

Gli interventi hanno riguardato i comuni di Cantù, Appiano Gentile, Lurago Marinone, Fenegrò, Lomazzo, Cadorago, Bregnano, Cermenate, Carimate, Novedrate, Mariano Comense, Arosio, Turate. Il particolare servizio è stato finalizzato a contrastare fenomeni che maggiormente creano allarme sociale nella popolazione: lo sfruttamento della prostituzione su strada, il contrasto ai reati “predatori” in genere e allo spaccio di sostanze stupefacenti. Contestualmente sono stati svolti capillari servizi di controllo alla circolazione stradale, concentrati in particolar modo sulla repressione della guida sotto l’influenza di sostanze alcoliche. Di assoluto rilievo il servizio di monitoraggio della prostituzione su strada. Il fenomeno è sempre costantemente monitorato, come testimoniato dai servizi svolti sul territorio, ultimo dei quali quello approntato ed eseguito nel corso delle giornate di ieri ed oggi. I militari hanno setacciato il territorio controllando 40 prostitute, ottenendo importanti risultati in termini operativi e presidiando, in un’ottica di prevenzione, tutto il territorio interessato dalla precipua fenomenologia. Modalità operative improntate all’assoluta visibilità, così da poter contemperare sia finalità di natura preventiva sia repressiva. Nel corso del servizio sono stati effettuati innumerevoli posti di controllo, identificando oltre 190 persone ed elevando due infrazioni per guida in stato di ebbrezza alcolica a carico di due cittadini italiani, ai quali sono state ritirate immediatamente le rispettive patenti di guida.

17042018

1 COMMENTO

  1. La prostituzione andrebbe legalizzata, sarebbero più sicure le prostitute, i clienti e lo stato che incasserebbe le imposte da destinare per problematiche sociali.

Comments are closed.