Banfi lascia la maggioranza: ecco cosa è successo in consiglio

1179
14

SARONNO – Nuovo colpo di scena, prevedibile ma comunque d’effetto, in consiglio comunale Francesco Banfi, ex assessore e nuovo consigliere, ha annunciato di andare all’opposizione.

Come si è arrivati a questo punto? La vicenda è nota. Nell’ambito del rimpasto di Giunta, reso necessario dall’ingresso di Forza Italia in maggioranza, il sindaco ha deciso di revocare le deleghe a Francesco Banfi partendo dal pretesto (le motivazioni sono personali e interne a Sac) di una mozione di sfiducia firmato da Lega nord, Forza Italia, Federalisti e Fratelli d’Italia e accettata da Sac. Al suo posto è arrivato Paolo Strano presidente della lista civica di Banfi. Strano dovendo ricoprire il ruolo di assessore ha dovuto lasciare quello di consigliere e siccome del primo dei non eletti era Francesco Banfi ieri sera c’è stata la surroga.

Banfi ha subito svelato le sue intenzioni cercando di sedersi tra i banchi dell’opposizione ma Raffaele Fagioli presidente del consiglio comunale gli ha detto che la sua postazione era stata allestita nella maggioranza accanto a Simona Papaluca (FI).

Banfi si è seduto e con semplicità ha espresso la propria intenzione di passare all’opposizione: “Ringrazio chi mi ha eletto che mi ha permesso di sedermi in consiglio comunale. Allo stesso tempo ho lasciato gli scranni dell’Amministrazione in seguito alla sfiducia della maggioranza e per tale ragione non posso restare a far parte della stessa quindi porto il mio gruppo consiliare all’opposizione”.

“Prendiamo atto che il gruppo di Saronno al centro passa in minoranza consigliere Banfi?” Le parole del presidente del consiglio comunale Raffaele Fagioli che chiede a Banfi di ripete la propria decisione ma di restare seduto negli scranni della maggioranza perchè non è previsto il cambio di microfono.

Fagioli, decisamente stizzito, chiede a Francesco Banfi “se a questo punto può farlo se intende cambiare nome al gruppo”. Il neo consigliere chiede l’interpretazione al segretario comunale che per questa seduta si può restare così e che poi “sarà il gruppo politico a far le valutazioni del caso”.

Francesco Banfi allo decide di lasciare il gruppo di Saronno al centro e si passa al punto successivo all’ordine del giorno.

20042018

 

 

14 COMMENTI

  1. Ottima mossa Banfi! Adesso in giunta siedono 2 assessori che non hanno gruppo politico in maggioranza! Anzi 3 considerando quello di Fdi.. Ma da Varese non si rendono conto di quello che sta combinando la sezione locale della Lega?

    • Tranquillo che a Varese hanno ben presente la situazione saronnese…. tra 2 anni vedrai se lo ricamdidano!

    • Sono 4 gli assessori senza maggioranza e 1 che non ha pieno appoggio del partito…simpatico sto Fagioli

  2. Finalmente si è assistito ad un comportamento politico rispettoso della propria coscienza che ha avuto il sopravvento sulle spericolate e contorte ragioni di essere di un ruolo politico improvvisato e avventato. Dichiarazione e decisione corretta oltre che sensata da parte del neo spodestato SAC; valutazione politica generale di una realtà consiliare e dell’esecutivo in perfetta confusione che delinea future conflittualità tumultuose mirate a travisare la volontà elettorale.

  3. Banfi ha fatto benissimo! è stato sfiduciato ed ha risposto “pane al pane”!
    Da notare le smorfie ed i ridolini dei leghisti… poveretti… quasi hanno cercato di umiliarlo anche in questo caso…
    Fagioli pensa di essere onnipotente ma ormai è finito!

  4. Abbiamo capito che il Saronno è in amicizia con Banfi e pubblica solo i commenti a suo favore, gli aperitivi insieme e le amicizie personali non dovrebbero influire sulla imparzialità giornalistica, è nel codice deontologico.

    • Basterebbe leggere i commenti dedicati a Francesco Banfi (dalla nomina al ritiro delle deleghe) per vedere che ci sono sia lodi sia critiche. Sono censurati, come sempre, i commenti non in linea con la policy del sito.

      La parzialità non è un tema solo per chi scrive o modera i commenti ma anche per chi li legge.

      Saluti
      Sara Giudici

    • Anche Sala,il segretario di partito,prendeva aperitivo con Banfi e faceva l amicone poi una pedata e via…

      • Qui non è questione di pedata, il più incoerente è Banfi, perché messo di fronte alla sua incapacità di svolgere il compito, per ripicca di aver perso la poltrona, adesso attacca per pura motivazione personale…ma come, fino a qualche settimana fa elogiava la sua giunta, ora la infanga? Chi è incoerente?

  5. Vorrei rivolgermi al sig. “Non pubblicate neanche questo?!”
    Francesco Banfi è una persona nota per la sua correttezza, educazione e rispetto nei confronti di chiunque, non mi stupisce quindi che possa ricevere commenti di solidarietà per la brutta vicenda che lo ha visto suo malgrado coinvolto nel rimpasto di Giunta. Trovo invece scorretto e diffamatorio l’attacco ad una giornalista che non deve rendere conto del suo privato, soprattutto se viene strumentalizzato come in questo caso. L’ex Assessore Banfi ha messo in atto una scelta coraggiosa, e non bastano gli attacchi gratuiti per difendere l’operato discutibile di questa Amministrazione.

    • Una scelta coraggiosa 😂😂😂, se mai una scelta incoerente, fino a ieri era d’amore e d’accordo con la lega e poi quando gli hanno fatto notare che non era stato in grado di svolgere bene il suo lavoro non ha avuto la dignità di dimettersi. Qui si sta parlando del bene della città e non del bene personale di Francesco Banfi, e se il sindaco che ha la Responsabilità di portare avanti gli obiettivi non ha visto in Banfi un buon collaboratore cosa doveva fare?tenerlo per farlo contento a discapito del commercio e dei giovani di questa città? Ora troppo facile per capriccio andare all’opposizione, perché non lo ha fatto prima se era una persona COERENTE, per la cadrega gli andava bene, ora no?!

      • ma il sindaco come poteva vedere se banfi portava avanti gli obiettivi quando il fagioli o non c’è, o dorme o pensa solo alla trevalli?

Comments are closed.