ORIGGIO – La morte dell’immobiliarista Salvatore Ligresti sta riempiendo le pagine dei giornali ed il ricordo di chi abita nel Saronnese va a molti anni fa, quando una grave vicenda di cronaca per qualche tempo aveva abbinato il nome di Ligresti con quello di Origgio. Proprio nelle campagne attorno ad Origgio venne infatti ritrovata la moglie di Ligresti, liberata dai rapitori che l’avevano sequestrata in cambio di un ingente riscatto. Il 5 febbraio 1981 la moglie Giorgina Susini fu presa in ostaggio da un gruppo di malviventi e fu infine rilasciata, dopo quaranta giorni, appunto nelle campagne di Origgio, dopo il pagamento di un riscatto di 660 milioni di vecchie lire.

Ligresti, 86 anni, originario di Paternò e deceduto all’ospedale San Raffaele di Milano dopo lunga malattia, è stato sicuramente, con le sue società ed anche con le sue operazioni immobiliari, uno dei volti più noti del boom economico italiano soprattutto negli anni ottanta ma non solo.

16052018

2 COMMENTI

  1. Non capisco il perché di questo articolo!
    Con tutto il rispetto per la signora e per il defunto,non riesco a capire perché bisogna per forza trovare un collegamento tra libretti è la nostra zona, anche perché non è che fosse una persona così candida e trasparente.

    • Io l’ho trovato come una curiosità interessante su un fatto di cronaca che mi era ignoto. E vedo che, avendolo letto oltre 700 persone, non sono l’unico

Comments are closed.