SARONNO – “Stop agli interventi sull’area in attesa di trovare, in modo condiviso, una soluzione alternativa”.

E’ questo l’epilogo dell’incontro che si è tenuto oggi pomeriggio nell’ufficio del primo cittadino tra il sindaco Alessandro Fagioli e il comitato “Uniti per Grandi e Battisti” in merito allo spostamento di 4 piazzole del campo nomadi da via Deledda a via Grandi.

“E’ stato un incontro molto cordiale e costruttivo – spiega la delegazione di 5 membri del comitato che ha visto il primo cittadino a cui aveva chiesto l’incontro lo scorso 26 aprile – abbiamo parlato delle motivazioni del provvedimento ma anche delle criticità legate alla presenza del campo nomadi nel quartiere”.

Un confronto pacato durato oltre due ore durante le quale altri membri del comitato, che ha raccolto 500 firme in due settimane, sono rimasti davanti al Municipio in attesa dell’epilogo.

“Il risultato è stato uno stop ai lavori in attesa di valutare insieme una soluzione alternativa. Ci ritroveremo a breve per un nuovo incontro” concludono dal comitato.

22052018

 

8 COMMENTI

  1. E quindi adesso anche i Telos li lasciamo stare? Questo accade quando l’interesse privato prevarica quello pubblico.

  2. Genio assoluto! Vero stratega politico! Il Machiavelli Verde ne ha fatta un’altra….
    Ma non poteva sentirli subito i residenti!
    E ovviamente molla il colpo … gli sarà arrivato il cazziatone dall’alto!

  3. Finchè non annullano la delibera del consiglio comunale significa che stanno prendendo tempo per espletare silenziosamente tutte le pratiche necessarie

  4. ma nel famoso contratto giallo-verde non sono previste le chiusure di tutti i campi rom?

Comments are closed.