Home Politica Nuovo Governo, ecco come la pensa il saronnese onorevole Librandi

Nuovo Governo, ecco come la pensa il saronnese onorevole Librandi

674
13

SARONNO – A pochi minuti dal giuramento del nuovo Governo 5 stelle-Lega Nord a Roma, la presa di posizione del parlamentare saronnese, Gianfranco Librandi del Pd.

Al nuovo Governo non mancherà il nostro appoggio quando i provvedimenti saranno a favore dell’Italia. Siamo pronti a entrare nelle commissioni a lavorare, a votare provvedimenti che servano subito per dare una mano agli italiani, e a vigilare sull’operato di 5 stelle e Lega.

Luigi Di Maio e Matteo Salvini devono imparare, dopo l’ultima rischiosa situazione in cui ci stavano mettendo, con i mercati in agitazione, a non fare sparate come quella del cancellamento di 200 miliardi di debito che ci fanno apparire come un Paese insicuro e senza responsabilità.

Europeista convinto e fautore della permanenza nella zona euro, in passato l’onorevole Librandi non aveva mancato di sollevare dubbi sulle politiche di Lega Nord e 5 stelle.

(foto archivio: l’onorevole Gianfranco Librandi di Saronno, eletto in Parlamento nelle liste del Pd)

01062018

13 COMMENTI

  1. Ha cambiato più idee e casacche Librandi di Balotelli come riporta WikiPedia:

    Partito politico attuale PD Partito Democratico (dal 2017)
    In precedenza:
    Forza Italia (2004-2009)
    Il Popolo della Libertà (2009)
    Unione Italiana (2009-2013)
    Scelta Civica (2013-2016)
    Indipendente (2016-2017)

    Ed il PDL/FI di Berlusconi ricordo non voleva proprio entrare nell’Euro. Furono Ciampi e Prodi a traghettarci nella sicurezza dei tassi bassi.

    • Il problema non è stato entrare nell’euro, è stato accettare il cambio sfavorevole lira euro che ci ha penalizzato, il professore della sinistra dopo aver svenduto l’industria italiana rese poveri tutti gli italiani…ma il popolo ricorda non dimentica!

      • ignoranza sparsa a piene mani via internet; leggende costruite nei bar e poi diventate metropolitane a uso dei gonzi
        allora, genio:
        nel 1997, anno in cui si congelarono i cambi, il rapporto rigorosamente di mercato tra l’Ecu (sai cos’era l’ECU? noooo?) e la lira era di 1Ecu =1929 lire circa. Bene, il cambio poi fissato per l’Euro è stato di 1936,27, quindi praticamente identico a quanto il mercato (non tua nonna) aveva fissato.
        quindi tutte le chiacchiere a vuoto su cambio favorevole o sfavorevole (quale?) sono pura fuffa a uso dei beveroni da internet
        il cambio era giusto, l’Euro era giusto, Ciampi e Prodi hanno fatto un capolavoro; non era colpa loro se poi avrebbero prevalso in Italia i lazzaroni, i lassisti, i corrotti, gli evasori, gli sfasciabilanci e alla fine due somari patentati al governo.

        • Le chiacchiere da bar le fa lei un euro 2 mila lire…Un Marco tedesco un euro il problema è stato questo…Chi ha accettato questa situazione i 2 fenomeni da lei citati questa è storia scritta sui libri!

          • uè luminare, te lo ripeto in un’altra maniera:
            31/12/1998
            rapporto conversione Euro/marco tedesco: 1 euro = 1,95583 marchi tedeschi…basta andare a studiare e leggere!
            quelli come te pensano di poter dire balle per sempre e per tutta la vita;
            ma ora ne abbiamo le tasche piene; vi contesteremo colpo su colpo;
            vi conviene concentrarvi di più sulle scie chimiche, lì siete dei campioni

  2. Ma basta! Non ce ne può fregà de meno di quello che pensa sto giocoliere/equilibrista specializzato in capriole politiche

  3. E pensare che c’è ancora gente che difende lui e il suo partito….povera Italia!

  4. Come avranno fatto nazioni come Inghilterra, Svezia, Danimarca ecc a sopravvivere senza aderire all’euro?!? E nazioni come la rep. Ceca o l’Ungheria a superarci in tutto oltre che a sopravvivere mah?!? … Pazzi scatenati.

    • Svezia, Danimarca, Cechia, Ungheria…tutti paesi che sono venuti a pietire l’ingresso nell’Unione Europea e che non hanno nessuna intenzione di uscirne.
      Regno Unito: un referendum folle la fa uscire dall’Unione, risultato: declino del PIL, perdita di peso geo politico, rischio prospettico crisi approvigionamenti, rinascita delle tensioni in Irlanda.
      L’Europa mi ha dato 70 anni di pace, con la banconota Euro io ho in tasca il 20% dell’economia tedesca. Non vedo perché devo rinunciare a tutto questo per seguire i due somari patentati al Governo nostalgici dell’Italietta.

Comments are closed.