Home Basket Basket playoff: Palabasletta quasi espugnato ma sono i gialloblu a festeggiare per...

Basket playoff: Palabasletta quasi espugnato ma sono i gialloblu a festeggiare per gara 1

174
0

VIGEVANO – Non bastano 37 minuti di grandissimo cuore alla iMO Robur Basket Saronno per portare a casa l’impresa impossibile di quest’anno: battere gli imbattibili della Nuova Pallacanestro Vigevano. I ducali si confermano squadra tostissima, specialmente nella bolgia del PalaBasletta, e vincono Gara1 di finale prendendosi il match point per la promozione in Serie B. Pronti via Saronno si appoggia spesso e con esito positivo a Politi in post, dall’altro lato è Benzoni (calerà nel secondo tempo, ma saranno comunque 20 punti alla fine) a dominare l’attacco e al 10′ è 19-14. Vigevano prende ancor più vigore nel secondo periodo (27-21 al 16′) ma la iMO risponde e con il piazzato di Politi si riporta sotto al riposo lungo 38-36. I ducali riprovano lo strappo nel terzo quarto (+9 e massimo vantaggio sul 56-47 con la tripla di Boffini) ma ancora una volta la difesa saronnese fa vedere buone cose e in attacco il parziale è di 9-0 per arrivare praticamente in parità al 30′ (59-56). Gli ultimi dieci minuti cominciano con il senso di aridità tipico delle finali e degli ultimi periodi delle finali: non segna praticamente nessuno per cinque minuti. La prima a sbloccarsi è la Robur che scappa sul +6 con le iniziative di Mariani e un rimbalzo offensivo con canestro da lacrime agli occhi di Novati (14 punti e 11 rimbalzi) per il 61-67 a tre minuti e mezzo dalla fine. E’ l’ultimo chilometro del Mortirolo e il traguardo è in vista, ma nel momento cruciale a Degrada, che fino a quel momento aveva giocato un ottima partita, scappa un antisportivo su Minoli (gran partita da 3/4 al tiro pesante) e Vigevano lo trasforma in quattro punti. Poi piovono le triple di Verri e Ferri, mentre quella di Novati per il potenziale 70-71 gira due volte sul ferro prima di uscire. Dall’altro lato ancora Verri con la tripla cristallizza il vantaggio e nel finale la Robur, che riesce comunque a mandare cinque giocatori in doppia cifra, non trova più il canestro. L’ennesimo parziale dei locali, quello conclusivo di 13-2, è decisivo ai fini della vittoria. 74-69 il punteggio al 40′: gli imbattibili rimangono imbattuti (37 di fila in campionato), ma Saronno torna a casa per Gara2 (mercoledì alle 21 al PalaRonchi) con la consapevolezza di potersela giocare.

“Ai ragazzi posso solo fare i complimenti. Avevamo un piano partita e l’abbiamo seguito per quasi tutti i quaranta minuti. A cambiare la gara è stato l’antisportivo fischiato a Degrada a tre minuti dalla fine. Lì Vigevano, che fino a quel momento era parsa in grande difficoltà, ha ritrovato coraggio. Sapevamo di venire a giocare nella Salonicco d’Italia e anche questo ha avuto il suo peso, però ora siamo ancora più convinti di potercela giocare e mercoledì a Saronno daremo battaglia” queste le parole del coach Massimo Bianchi al termine dell’incontro.

(alcuni momenti della partita)

04062018