SARONNO – Una giornata difficile per quanto riguarda le condizioni atmosferiche, con una grandinata che, attorno alle 18, ha reso difficile il rientro a casa dei tanti pendolari e la circolazione, rallentandola in diverse zone della città. Una vera e propria cascata di acqua si è abbattuta di Saronno, con tantissima pioggia in pochi minuti che si è aggiunta a quella della tarda mattinata. In breve si sono formati dei piccoli fiumiciattoli al bordo strada, ma anche enormi pozzanghere un po’ ovunque come ad esempio al parcheggio del cimitero di Cassina Ferrara, all’ingresso del Parco del Lura, in via Don Minzoni e al Matteotti.

Grandine che è caduta copiosa ma che per fortuna non sembra abbia fatto troppi danni perché mista ad acqua ma piccoli problemi si sono registrati un po’ ovunque anche perché l’acqua ha continuato a cadere in pratica per quasi un’ora. Avevano un po’ illuso tutti le schiarite e gli sprazzi di sole del primo pomeriggio poi però la situazione ha continuato a peggiorare fino appunto alle 18. Traffico quasi bloccato nei pressi della stazione, dove si è allagato anche il sottopassaggio e per diversi minuti non si è potuti transitare. Ci è voluto un po’ prima che la situazione tornasse del tutto alla normalità, anche perché l’acquazzone è durato parecchio tempo, ben oltre le 19. Identica situazione nel circondario; anche a Solaro, Gerenzano, Uboldo e Origgio ci sono stati gli stessi problemi.

12062018

1 COMMENTO

  1. se si tenessero puliti i tanti tombini completamente otturati, i danni sarebbero minori. Ma perché questa semplice deduzione sia cosí difficile da capire e mettere in pratica, non lo capiró mai.

Comments are closed.