SARONNO – Era stato condannato in Italia per false attestazioni a pubblico ufficiale, poiché in passato per sottrarsi a un controllo di polizia aveva celato la sua vera identità. Ma stavolta è andata male a un 38enne marocchino, che questa mattina è stato arrestato dai carabinieri del nucleo operativo della Compagnia di Saronno. Come detto, sull’uomo pendeva da qualche tempo un ordine di esecuzione pena di un anno e mezzo da eseguire in carcere, dove fino a oggi non era invece stato, cercando di nascondersi.

Monitorato negli ultimi giorni in maniera pressante, i militari del capitano Pietro Laghezza si sono appostati in borghese all’alba di oggi e hanno accerchiato l’abitazione in cui il marocchino era alloggiato temporaneamente a Saronno, senza lasciargli possibilità di fuga. Con uno stratagemma, si è fatto in modo che l’uomo si affacciasse dalla porta d’ingresso, per poi essere subito bloccato e reso inoffensivo. L’uomo, come prassi, era già a conoscenza del provvedimento che pendeva sul suo capo e per questo motivo aveva cambiato domicilio, cercando di rendersi irreperibile già da varie settimane. Ora sconterà la pena al carcere di Busto Arsizio, dove è stato tradotto dopo le formalità di rito compiute alla caserma di via Manzoni.

(foto di archivio)

13062018

3 COMMENTI

  1. non c’é problema, tutto nella norma. Bravi i CC….ora speriamo che dopo la galera venga rispedito in marocco.

Comments are closed.