LOMAZZO – Devastata casetta adibita a sede dell’associazione del softair, a quanto pare qualcuno l’ha scambiata per la base di un’associazione di cacciatori. Le notizie ribalzate sulla rete parlando di un blitz notturno contro il piccolo caseggiato situato nei pressi del bosco della Moronera a Lomazzo, che una volta era in uso ai cacciatori ma che da tempo è invece la sede di un’associazione di appassionati softair, che con la caccia non hanno niente a che vedere. Eppure qualcuno è entrato, ha rotto tutto – arredi ed ogetti trovati nel capanno – e con la vernice spray ha impresso sulle pareti il logo di un gruppo “estremista” animalista.

Una vicenda sulla quale si registra ora la presa di posizione del movimento “Centro per cento animalista”, che stigmatizza l’accaduto: “Apprendiamo dalla rete che alcuni idioti hanno distrutto a Lomazzo una casetta di appassionati di softair scambiandola per un ritrovo di cacciatori. Nel caso specifico prendiamo le distanze da questi imbecilli che hanno firmato i vandalismi in nome di una sigla “internazionale” che non ha nulla a che fare con le azioni sconsiderate di questi soggetti. Da quanto si legge, hanno pure distrutto dei trofei, ovvero semplici coppe. Lo ribadiamo, Cento per cento animalisti prende categoricamente le distanze da questa azione che con gli aguzzini e assassini di animali non c’entra nulla”.

(foto archivio: recente manifestazione animalista a Origgio)

17062018