Home Groane Dodici giorni di prognosi per la dipendente comunale aggredita

Dodici giorni di prognosi per la dipendente comunale aggredita

1651
1

LIMBIATE – Un trauma distorsivo cervicale con coinvolgimento della spalla destra: questa la sintesi delle lesioni riportate nella giornata di ieri 21 giugno da Patrizia Basanisi, dipendente del comune di Limbiate e vittima di percosse da parte di un cittadino violento. L’uomo, 39 anni limbiatese, ma attualmente senza fissa dimora, da qualche tempo è solito presentarsi in municipio, anche armato di mazza da baseball, per richiedere contributi, sovvenzioni e una casa in assegnazione. All’incirca un paio di mesi fa, era salito al secondo piano e se l’era presa con il responsabile dei Servizi sociali e con le impiegate, minacciando tutti, verbalmente. Allontanato e denunciato a piede libero, anche nelle scorse settimane si è reso protagonista di bivacchi illeciti al parco di villa Mella e di molestie nei confronti dei cittadini accorsi per la festa dei popoli nell’ultimo weekend.

Ancora una volta ieri, l’uomo si è presentato allo Sportello Polifunzionale, urlando, rivolgendosi al personale con ingiurie verbali e minacce pesanti. Ad affrontarlo, la responsabile dello Sportello Polifunzionale, Patrizia Basanisi, che ha provato a filmarlo con il suo cellulare per comprovare la sua violenza. Questo comportamento ha portato l’uomo a scagliarsi contro la donna, per tentare di sottrarle il telefonino, a strattonarla e a metterle le mani al collo, prima di fuggire. La responsabile dell’ufficio ha riportato ferite curate al pronto soccorso di Garbagnate con una prognosi di 12 giorni e ha immediatamente sporto denuncia ai carabinieri per aggressione a pubblico ufficiale. Duro il commento del sindaco Antonio Romeo: “Non è la prima volta che succede ed ora la situazione è diventata insostenibile. Il personale e i collaboratori del Comune hanno paura e noi abbiamo il dovere di tutelarli: confido in un intervento risolutivo da parte dell’Autorità Giudiziaria che, raccogliendo le varie denunce, potrà finalmente mettere in atto provvedimenti seri nei confronti di quest’uomo”.

22062018

(nella foto: la dipendente aggredita)

1 COMMENTO

Comments are closed.