Fbc Saronno, Pilato e Surace presentano il progetto di rilancio

1223
10

SARONNO – Superato lo choc per la disastrosa scorsa stagione, culminata con la retrocessione in Promozione, il Fbc Saronno vuole adesso ripartire e ieri sera all’auditorium “Moro” c’è stato il primo atto, con la presentazione di staff dirigenziale e tecnico. Il presidente Antonio Pilato ha riferito dei progetti del club: “Abbiamo commesso degli errori e adesso vorremmo ripartire con il piede giusto, in un modo diverso. Mi prendo molte delle colpe del passato, ora però ci sono figure nuove e pensiamo di poter fare bene. Anche perchp adesso disponiamo finalmente di strutture sufficienti, oltre al Matteotti c’è il Prealpi e ovviamente lo stadio”.

Il nuovo vicepresidente, Antonio Surace, si occuperà in prima persona soprattutto di prima squadra e juniores: “Conosco già tutti. Veniamo da un anno proprio brutto, ne sono successe di tutti i colori. Personalmente, mi getto con entusiasmo in questa nuova avventura, portando anche la mia competenza calcistica”. Surace ha parlato della squadra che ora ci si appresta a costruire per la Promozione: “Sarà completa in tutti i reparti e l’obiettivo sarà di piazzarci nei primi quattro posti, puntando all’immediato ritorno in Eccellenza per poi pensare anche a qualcosa di più. Rispetto all’anno scorso, questo lo posso garantire, sarà tutto diverso perchè da oggi in avanti ci sono io: compiti ben definiti all’interno della società, che terrà fede ai propri impegni economici”.

Michele Forziati, direttore amministrativo, ha parlato di “tre anni di sacrificio, con l’handicap di dover giocare sempre in trasferta perchè lo stadio non era agibile. Si è parlato di cordate, ma non si sono concretizzate, ci siamo rimboccati le maniche per fare ttti del nostro meglio, chiediamo l’appoggio della gente di Saronno”.

23062018

10 COMMENTI

  1. Forse hanno bisogno di qualche altra struttura in più. Tre impianti sono pochi direi. Inoltre visto la fragilità economica di questa società chi garantisce la gestione e la manutenzione delle strutture date in concessione? In base a quali princìpi e variabili il comune assegna in concessione le strutture pubbliche? Trovo assurdo che una società fallimentare come questa abbia in gestione tre impianti sportivi

  2. Tre strutture per due squadre? L’Fbc non ha settore giovanile. Il comune cosa dice??

  3. E’ un dispiacere vedere l’accanimento, credo ci voglia un peso economico importante, il Comune non penso si assumerà la responsabilità di avallare una società senza progetti futuri, questo allla luce delle evidenti situazioni vissute nell’anno, allenatori che vanno e tornano, poi se ne rivanno, il malcontento che hanno trapelato gli addetti ai lavori induce a pensare a quanto coraggio ci voglia per proseguire. C’è da augurarsi che il Vice presidente abbia denaro da spendere, meglio dire denaro in eccesso per il calcio. Faccio gli auguri a tutti , la speranza è l’ultima morire.

  4. ma la promozione è una brutta categoria almeno il ripescaggio in eccellenza! ma senza soldi…. povero saronno e poi vogliono la gente allo stadio è come giocare con l’oratorio in quelle categorie!

    • il problema di queste società è proprio quello che tu invece auspichi.
      Le categorie si conquistano, sul campo e con le basi per farlo! quando invece si comprano o te le regalano coi ripescaggi, poi succedono i disastri.
      Un passo alla volta, un mattone sopra l’altro … solo così…questo è lo sport.

  5. Articoli su articoli dedicati ad una delle compagini societarie più fallimentari ed imbarazzanti della storia dello sport saronnese: lo sport e’ una cosa seria.

  6. primo abbi il coraggio di identificarti, almeno non fra i tanti “anonimi” lo “sport è una cosa seria” ti ripeti e ci hai stufato magari manco t’alzi dal divano, secondo questo è l’anno zero, oggi per il primo anno potranno giocare prodotti del vivaio i 2001. tempo al tempo e sarai sempre più anonimo.
    stammi bene.

Comments are closed.