UBOLDO – Palio di Uboldo, con la messa nella chiesa parrocchiale di piazza Conciliazione alle 21 per la patronale di San Pietro e Paolo si chiude l’edizione 2018: “Dopo 278 giorni di preparazione, 9 giorni di Palio e 12 giorni per sistemare e chiudere anche formalmente l’edizione numero trentuno del Palio delle Contrade – riepilogano i responsabili del comitato promotore – Con la riunione di martedì sera insieme ai capitani abbiamo avuto un bel confronto su ciò che è stato il Palio e ciò che vogliamo sia, resti e diventi la nostra manifestazione. Ci sarà da lavorare, e tanto, per la nuova edizione del Palio che verrà celebrata nel 2019 e che è ancora tutta da definire. Apriamo un cantiere di idee e di sostanza”.

La classifica finale – Ha vinto il Bell davanti a San Cosma, Taron e Lazzarett. “Questo noi consegniamo alla storia e all’albo d’oro” concludono dal comitato.

Tutti i numeri del Palio di Uboldo 2018 – “E’ stato il Palio numero 31, 1 Comitato organizzatore di 20 persone, 120 volontari, 4 capitani, 32 persone nei consigli di contrada, 52 pagine di regolamenti, 53 giochi di cui 3 timer e 5 “al buio”, 83 partite diverse, 852 atleti richiesti, 2772 punti assegnati, più di 4000 metri di righe segnate e tirate sui campi, 83 sponsor che ringraziamo perchè in larghissima parte aziende, artigiani e commercianti uboldesi che sempre ci sostengono e ci aiutano”.

Tutti i ringraziamenti – Proseguono dal comitato: “Vogliamo cogliere l’occasione però di ringraziare, come sempre, i circa 120 volontari che si sono alternati nel darci una mano perchè maglie blu, arancioni e nere fanno insieme il Palio e insieme vi regalano ogni anno 9 giorni di emozioni intense e uniche dentro alla nostra comunità. Ve lo ricordiamo anche stavolta: esiste un Palio che voi non vedete, un Palio che avviene dietro a una semplice tenda verde e che è Palio e che fa Palio. Dietro quella tenda si muovono all’unisono, come in un’orchestra, le persone che poi vi regalano ciò che vedete. Ringraziamo chi ci sprona a fare meglio, chi ci critica ma il nostro invito è sempre il medesimo: venite ad aiutarci, spazio ce n’è! Diamo il benvenuto a don Andrea e ringraziamo il nostro don Armando per la fiducia che ogni anno ci dimostra. Capitani e Contrade ora entrano nei due mesi di riflessione per dirci, da settembre, come andranno avanti e quale sarà il nuovo assetto. Noi li aspettiamo il primo lunedì di settembre, come sempre, per ricominciare a “fare Palio” insieme”.

29062018