Pesci del torrente Lura, moria di massa

739
5

SARONNO – Pesci morti nel torrente Lura, ce ne sono decine o più probabilmente a centinaia, nel tratto urbano del corso d’acqua. Dove d’acqua non ce n’è più o quasi, solo alcune pozze a fronte dell’ennesima ed improvvisa secca. E’ il caso della “piscina naturale” che si trova all’altezza del ponticello di via Tommaseo, dove i pesci sono soliti trovare riparo, era già successo molto volte in passato. Ma in questa occasione l’acqua è particolarmente stagnante e, evidentemente, poco ossigenata. Risultato? Moltissimi pesci sono morti, e tanti galleggiano senza vita sull’acqua; altri si trovano sulle pietre circostanti. Attorno, lo si sente benissimo anche dalla strada, una puzza insopportabile. E’ la stessa che si percepisce anche affacciandosi dal ponticello di via Marconi, sempre in centro a Saronno.

“Situazione intollerabile, un vero scempio – tuona Alberto Paleardi, già membro del consiglio d’amministrazione di Parco Lura – Avevo già messo in guardia le autorità nei giorni scorsi, quando c’era stata un’altra di queste improvvise secche. Ora il copione si sta ripetendo e se non piove, e forte, per i pesci stavolta potrebbe non esserci scampo, senza che nessuno stia intervenendo per metterli in salvo!”

03072018

5 COMMENTI

  1. Ma solo ai pesci il PD Renziano Saronnese riesce solo a pensare? Con tutti i problemi di Saronno, forse lo sguardo e il naso dovrebbe essere rivolto da altre parti.

  2. Chi mi assicura che questo Paleari non ha rovesciato un sacchetto di pesce comprato solo per creare il caso?

  3. e secondo questo fenomeno cosa dovrebbero fare? immettere acqua potabile nella Lura per salvare i pesci?

Comments are closed.