SARONNO – Salire sui ponteggi per vedere da vicino gli affreschi di San Francesco come, in passato, solo restauratori e artisti hanno potuto fare. La proposta dei volontari di “Chiese Aperte” ha fatto colpo sui saronnesi.
Per la seconda serata di visite guidate, i visitatori sono raddoppiati. Un centinaio di persone si sono presentati dalle 20,30 alle 22 per le visite guidate.

Tra i presenti l’ex sindaco Luciano Porro, l’assessore ai Lavori Pubblici Dario Lonardoni, diversi volontari di Radiorizzonti, alcuni esponenti del gruppo dei figuranti saronnesi e delegati di diverse associazioni cittadine.

“E’ davvero uno spettacolo unico – spiega Gigi Biffi quando presenta la visita – malgrado l’affetto che la città ha sempre avuto per questa chiesa nessun saronnese prima di voi ha potuto vedere così da vicino queste opere a parte gli autori”. Da segnalare anche la presenza di una decina di bimbi che si sono divertiti a salire sul ponteggio e a trovare il volto del pittore nascosto tra trame del marmo o a camminare sotto la volta.

Le visite guidate continueranno tutti i giovedì sera fino al 2 agosto. Per salire sui ponteggi bisogna indossare scarpe adatte ed antiscivolo e non avere con sé borse ingombranti. Per i minorenni è necessaria la presenza di un genitore. Le visite sono in programma dalle 20,30 alle 22,30 con ultima salita alle 22. E’ possibile effettuare donazioni ed offerte per contribuire alle spese del restauro e il nome dei benefattori sarà iscritto nel libro d’oro che sarà conservato all’interno dell’edificio di culto.

SCRIVI UN COMMENTO

Pe favore, inserisci il tuo commento
Per favore, inserisci qui il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.