Home ilSaronnese Uboldo, assessore “sfata” le leggende su multe e parcheggi

Uboldo, assessore “sfata” le leggende su multe e parcheggi

594
1

UBOLDO – Un piccolo sfogo, una spiegazione in merito alla critiche arrivate per l’operato della polizia locale durante la maratona sportiva organizzata al centro sportivo cittadino. Se l’è concesso Luca Azzarà assessore alla Sicurezza di Uboldo che sulla propria pagina Facebook “sfata” alcune leggende.

Ecco il testo integrale

“E’ iniziata la 24h, una bellissima manifestazione che come tutte le altre ha dovuto lavorare molto per mettersi in regola con le misure di safety e security dopo i fatti di Torino
Tuttavia in queste ore ho sentito tante lamentele rivolte a Polizia Locale e agli organizzatori. In particolare lamentele per le multe fatte a chi ha parcheggiato sopra i marciapiedi, sopra le strisce pedonali, in doppia/tripla fila, sui posti dei disabili, davanti ai cancelli delle abitazioni, nei campi, sulle piste ciclabili, lamentele fatte perchè non c’erano altri parcheggi, lamentele fatte perchè nessuno è stato informato di nulla ecc ecc

Sfatiamo la leggenda che non ci sono altri posti dove parcheggiare. Polizia Locale e gli organizzatori da febbraio hanno lavorato per individuare parcheggi alternativi. Gli organizzatori hanno scelto come parcheggi alternativi quelli della zona industriale e di via Caduti della liberazione.

Sfatiamo la leggenda che “nessuno è stato informato dei parcheggi alternativi”, gli organizzatori (così ci hanno garantito di aver fatto) hanno inviato una e-mail e consegnato un volantino a tutte le squadre di calcio, beach e basket in cui erano indicati i parcheggi alternativi e la possibilità di essere portati da questi al campo sportivo. Questi parcheggi da ieri sera sono vuoti.

Sfatiamo il mito che “nessuno ci ha detto che la Polizia Locale sarebbe stata così severa”. Partendo dal presupposto che nessuno deve dirvelo vi è stato comunque anticipato (anche attraverso il famoso volantino) che viste le misure prese per permettervi di parcheggiare altrove in sicurezza sarebbero stati sanzionati tutti quelli in difetto.

Sfatiamo infine la leggenda che “al Palio non sono state fatte le multe”. Non è vero, al Palio le multe sono state fatte. Sono state fatte perché non ci sono eventi di serie A ed eventi di serie B perché, detto alla francese, il culo di chi si prende la responsabilità per quello che potrebbe accadere in questi eventi è sulla graticola tanto al Palio quanto alla 24h quanto a qualunque altro evento di una certa portata.

Ora io do un consiglio a tutti, godetevi questa giornata di sole,sport e divertimento, non perdete tempo a fare polemica perché è inutile, sprecate solo fiato, mettetevi l’anima in pace perchè fino a stasera continueremo ad applicare tolleranza 0, prendete la macchina che avete parcheggiato ovunque tranne dove potevate e parcheggiatela dove vi è stato indicato, fidatevi.

(Foto: l’immagine scelta dall’assessore per affrontare il tema su fb)

1 COMMENTO

  1. Non è vero che non ci sono eventi di serie A o di serie B, ma ci sono anche di serie C, e non mi sembra che si applichi tolleranza zero, nella via dove abito nonostante i divieti di sosta prendere una multa è come fare una vincita al lotto, e la cosa strana è che a chiamare i Vigili hanno sempre altro da fare, però al palio e altri eventi, chissà perchè le risorse le trovate sempre. Caro assessore, prima di fare certe affermazioni si faccia un giro nelle vie del paese sopratutto davanti agli asili e alle scuole quando entrano-escono i bambini, per rendersi conto del pericolo dovuto a soste selvagge e alla totale mancanza della vigilanza. Parlare di tolleranza zero sulle soste è come dire una bestemmia, si vergogni !

Comments are closed.