SARONNO – Sono partiti i lavori per la realizzazione del nuovo campo di calcio a 7 in sintetico al centro sportivo Ronchi.

Non ci sarà nessuna colata di cemento ma solo il posizionamento di materiali creati ad hoc sul prato. Questo, unito all’utilizzo di un’erba sintetica di 4,5 centimetri, consentirà garantire la miglior fruibilità possibile agli atleti riducendo anche il rischio di infortuni.

Davvero un bel regalo di compleanno per il centenario della Robur Saronno, storica società calcistica della città degli amaretti fondata nel 1919. L’intervento era in programma da tempo ma per problemi tecnici si lavori sono stati rinviati per diverso tempo.

Il campo si aggiunge al centro sportivo formato da un palazzetto del basket, un campo da basket all’aperto, due campi da tennis al coperto e omologati per la serie A e due campi da beach volley. Nella struttura, di proprietà della Comunità Pastorale Crocefisso Risorto, coesistono diverse realtà dal Ct Robur di tennis, alla storica Robur Basket, dalla Gs Robur alla Lokomotiv Saronno.

“Finalmente ci siamo – commenta Giorgio Nocera responsabile della Gs Robur – parte il cantiere per la realizzazione del campo sintetico a 7. E’ la ciliegina sulla torta di un progetto ambizioso che stanno portando avanti le tante persone e le tante famiglie che credono in questo progetto Robur. Vogliamo essere un punto di riferimento importante per il quartiere e la comunità per chi vuole fare attività sportiva a parte ovviamente dal calcio”. 

7 COMMENTI

    • È sempre una questione di soldi. A Saronno c è chi fa calcio con il monopoli…e fa proclami

  1. Pensiamo tutti ai campi e al business, ma è possibile che una simile struttura non abbia un parcheggio x disabili?

Comments are closed.