SARONNO – A Varese il sindaco Davide Galimberti ha preso carta a penna ed ha scritto a Roberto Fabbricini, commissario straordinario della Figc, la Federazione italiana giuoco calcio, “il Varese calcio non può giocare in Eccellenza nel quale è retrocesso, va ripescato in serie D”. Le possibilità di ripescaggio sono concrete. E se vale lo stesso teorema per Saronno, non potrebbe avvenire lo stesso anche per il Fbc Saronno, appena finito “nell’inferno” della Promozione, dopo essere arrivato ultimo proprio in Eccellenza? Cosa sta facendo al riguardo il sindaco Alessandro Fagioli? Se lo chiedono i tifosi biancocelesti, anche alla luce dell’incontro di qualche tempo fa chiesto da una cordata milanese decisa ad acquisire la società calcistica saronnese. C’era stato un meeting in Municipio con Fagioli, e poi non se n’era saputo più niente; nessuna notizia è mai pervenuta al riguardo.

Il Fbc Saronno è arrivato ultimo nel campionato d’Eccellenza ma sotto la guida del nuovo vicepresidente Antonio Surace ha in queste settimane costruito uno squadrone fatto esclusivamente da giocatori che hanno militato sempre e soltanto fra serie D ed Eccellenza. Poi c’è lo stadio “Colombo Gianetti” finalmente ristrutturato, un impianto che sarebbe a dir poco sprecato nella “umile” Promozione. Il Saronno è davvero condannato a tale, modesto campionato? Non ci sono, davvero, possibilità di un ripescaggio in Eccellenza, non fosse per meriti sportivi quanto meno storico ed “infrastrutturali”? E anche stavolta la politica saronnese resterà in silenzio di fronte alle vicende del suo principale club calcistico o prendendo l’esempio dal varesino Galimberti, il sindaco Fagioli saprà scendere in campo con determinazione ed efficacia per fare valere le “ragioni” della città degli amaretti e degli sportivi locali?

12072018

13 COMMENTI

  1. Ma fate il piacere va….. basta figuracce!!!
    Quando questo pseudo presidente molla forse !!!

  2. Adesso perché non diamo anche a Fagioli la colpa di essere retrocessi senza play out, perché per chi non lo sapesse il regolamento Figc non permette il ripescaggio a quella squadra retrocessa direttamente.

  3. No alle promozioni a tavolino. I passaggi di categoria devono avvenire solo sul campo. Senza contare il fatto che spesso un buon campionato di categoria inferiore serve a ridare molto più entusiasmo che un mediocre campionato di categoria superiore!!!

  4. Il sindaco invece di fare orecchie da mercante dovrebbe prendere spunto dai suoi colleghi dei paesi limitrofi: scenda dal piedistallo e inizi ad affrontare i problemi, mettendoci la faccia

  5. Ma che articolo è mai questo?
    Ai limiti della decenza!
    Prima informarsi e poi parlare.. dopo le figure dell’anno appena trascorso sarebbe meglio il silenzio per l’FBC..

  6. Per fare un campionato di eccellenza, serve una società solida, e il fatto che la società non è passata in mano all’ex presidente del lazzate, vuol dire che alla categoria della promozione, dobbiamo fare l’abitudine, per le potenzialità di questa società è come essere in serie A.

  7. I successi si costruiscono sul campo,società compresa. Il comune di occupasse di questioni prioritarie..e l’FBC non lo e’.

Comments are closed.