SARONNO – Uno stage al centro Ugo Ronchi con Ekkapol Chantawong l’allenatore 25enne che ha portato nella grotta di Tham Luang, in Thailandia, i 12 giovani calciatori rimasti bloccati per 18 giorni.

E’ il progetto a cui sta lavorando monsignor Armando Cattaneo, prevosto di Saronno. L’ha svelato il Corriere della Sera che ieri ha dedicato alla notizia poco meno di una pagina con un lungo articolo di Giampietro Rossi.

Anche se rischia di essere incriminato per aver generato una situazione di pericolo per sé, per i ragazzi e per i soccorritori (uno dei quali ha perso la vita per carenza di ossigeno) l’allenatore 25enne Ekkapol Chantawong resta per don Armando un esempio.

Il prevosto spiega di aver seguito l’intera vicenda: “Ho pensato che quel ragazzo avesse commesso una leggerezza grave a portare i ragazzi in quella trappola, però man mano che arrivavano informazioni sul suo comportamento dentro la grotta mi è apparso un profilo molto diverso da quello di una persona irresponsabile”. E continua: “Il giovane si è rivelato una persona di grande valore, un uomo che ha saputo mantenere la capacità di vedere la strada per il bene, un testimonial positivo che, soprattutto in quest’epoca di cattivismo diffuso, sarebbe utile che i nostri ragazzi conoscessero”.

Da queste riflessioni il prevosto è partito per proporre ai genitori e ai volontari del centro sportivo Ugo Ronchi di via Colombo una serie di incontri con i ragazzi delle squadre di calcio dell’impianto della Comunità Pastorale: “Dobbiamo fare ancora tutto – ha concluso don Armando nell’intervista con il Corriere – è un progetto da costruire, ma l’idea c’è e vorremmo realizzarla. Cercheremo un contatto con lui e con le autorità del suo Paese. Aspetteremo ovviamente che si riprenda fisicamente e chiarisca la sua posizione con la giustizia”.

16072018

1 COMMENTO

  1. Cari comparrocchiani saronnesi sto rimpiangendo sempre di più Mons. Centemeri e il suo successore Mons. Rolla.

Comments are closed.