LIMBIATE – Un tira e molla durato due anni, ma alla fine il sindaco di Limbiate Antonio Romeo si è deciso: per risolvere i problemi di intasamento del torrente Garbogera con conseguenti allegamenti in caso di forti piogge, è necessario realizzare una griglia autopulente in via Casati.

Il progetto è piuttosto vecchio, visto che risale al 2016 ed era stato l’allora assessore ai lavori pubblici Sandro Archetti a perfezionare un progetto insieme a Brianzacque per realizzare questo impianto di autopulizia, formato da griglie e un cassone di contenimento, in centro cittadino, ovvero in via Casati a ridosso di piazza Tobagi, a monte del tratto tombinato del torrente. Il costo era superiore ai 200mila euro e sarebbe stato coperto anche grazie ad un finanziamento regionale pari a 60mila euro.

Quel progetto era stato avversato dalla nuova giunta Romeo, che però ora ha fatto un passo indietro, constatando che frequenti e massicce pulizie del tratto non tombinato non possono comunque prevenire i fenomeni di allagamento nei casi di temporali e piogge abbondanti: anche se il letto del torrente è preventivamente pulito, la forza con cui, proprio durante i temporali, i rami, le fronde e le foglie degli alberi vengono spezzati e trascinati dalla corrente, provocando gli allagamenti.

Nelle scorse settimane è stato dato il via ad un nuovo progetto, che conta su un impianto un pò più piccolo nelle dimensioni, e che ha un costo più ridotto, pari a 180mila euro (60mila dei quali sempre finanziati dalla Regione). La gestione della griglia verrà affidata a Brianzacque.

(nella foto: una recente pulizia del letto del Garbogera ad opera della Protezione civile)

01082018