SARONNO / CERIANO LAGHETTO – Il sindaco leghista Dante Cattaneo ha ricevuto i cittadini anche durante il ponte di Ferragosto, e lo ha fatto direttamente… alla “stazione dello spaccio”, quella di Ceriano Groane lungo la linea ferroviaria Saronno-Seregno di Trenord. Per tre giorni il primo cittadino ha infatti trasferito temporaneamente il suo ufficio nella stazione ferroviaria divenuta tristemente celebre soprattutto per la presenza di spacciatori e tossicodipendenti.

E’ l’edizione numero 7 dell’”Operazione mettiamoci la faccia”, che fu lanciata dallo stesso sindaco cerianese con l’obiettivo di stimolare un contatto sempre più stretto e diretto con i cittadini, affrontando a viso aperto i problemi del paese. Negli anni, durante l’estate, il sindaco è stato protagonista degli incontri serali nei quartieri, degli inviti a pranzo nelle famiglie con impegno a lavare i piatti, della visita ai cerianesi nei luoghi d’origine in cui tornano per la villeggiatura, del “casting” per la scelta dell’assessore, del lavoro nelle aziende agricole locali per consegnare il raccolto a famiglie in difficoltà. Quest’anno l’iniziativa si è dunque concentrata sul problema dello spaccio di stupefacenti tra le stazioni ferroviarie della Saronno-Seregno, già oggetto di numerose segnalazioni ed azioni di protesta rivolte a prefettura e organi superiori dello Stato, per chiedere maggiore presenza e controllo. Da martedì 14 a mercoledì 16 agosto, compresa la festività del 15, il sindaco cerianese ha dunque allestito un ufficio distaccato tra la banchina della stazione ferroviaria e l’ingresso del Parco Groane, dove ha sbrigato alcune pratiche, ha ricevuto i cittadini ed ha affiancato i volontari desiderosi di dare una mano a tenere pulita la zona. Con lui, a momenti alterni, anche polizia locale ed assistente sociale, a disposizione dei cittadini . C’era anche un mazzo di carte per unirsi al sindaco, perchè no, per una partita a briscola.

16082018

10 COMMENTI

  1. E’ solo propaganda. Non essendoci i clienti (in ferie) , non c’ erano neanche gli spacciatori.
    Lo spaccio c’è perché ci sono i clienti.

  2. Ieri e l’ altro ieri sono passato di lì facendo jogging ma non c’era nessuno.
    E’ rimasto giusto il tempo delle foto?

  3. Ma l’organo superiore dello Stato , non è il Ministro Matteo Salvini , basterebbe una telefonata , no ? , basterebbe che il Ministro, a costo zero ,modifichi le norme ,cosi che le forze dell’ordine arrestino gli spacciatori e qualche giudice NON possa che sbatterli in galera senza scuse o interpretazioni fantasiose,ma ,mi sà che è solo propaganda ,teniamoci i tossici così due volte al mese il Sindaco sà dove andare, povera Ceriano e povera Italia .

    • Propaganda?
      Si quella del sindaco di Solaro che solo ora firma per avere più controlli….le elezioni si avvicinano!

  4. purtroppo spacciatori e clienti difficilmente vanno in ferie…basta fare un giro in zona per rendersene conto

Comments are closed.