SARONNO – “Si è trovata una presenza del batterio comunemente conosciuto come legionella in alcuni dei punti di prelievo dell’impianto idrico di acqua calda mentre non sono state rilevate concentrazioni significative o degne di attenzione nell’impianto di aerazione e raffreddamento. Le indagini hanno riguardato la ricerca anche di altri patogeni, dando esito negativo”.

E’ la nota che arriva dal Municipio in merito al problema legionella con la relativa sanificazione realizzata nella giornata di martedì. E’ così che il problema è diventato di dominio pubblico quando nei bagni del palazzo di piazza Repubblica sono stati posizionati dei cartelli che informavano dell’intervento in corso.

A spiegare la preoccupazione relativa presenza del batterio anche una nota firmata dalle Rsu aziendali. Ieri si è aggiunta la nota dall’Amministrazione comunale che ha spiegato: “In via precauzionale lunedì 13 agosto si è provveduto a sanificare la parte idrica, portando la temperatura dei boiler al massimo (90 gradi) eliminando pertanto il batterio che non sopporta l’elevata temperatura (il batterio prospera tra i 30 e i 45 gradi circa). A seguito della nota tecnica del laboratorio si è già provveduto ad ordinare gli interventi di sanificazione che saranno eseguiti nei prossimi giorni”.

Come detto il Comune ha confermato come, nei risultati arrivati il 16 agosto, sia stato trovato il batterio “in alcuni dei punti di prelievo dell’impianto idrico di acqua calda mentre non sono state rilevate concentrazioni significative o degne di attenzione nell’impianto di aerazione e raffreddamento”.

Altro elemento confermato il fatto che un dipendente comunale sia stato ricoverato e successivamente dimesso per legionella anche se ”in considerazione delle modalità di trasmissione ed incubazione, si ritiene improbabile poter ricondurre la malattia avuta dal dipendente comunale alla situazione dell’edifico comunale”.

17082018