SARONNO – Una montagna di mobili, elettrodomestici anche di grandi dimensioni, tante borse, vestiario, sedie e pure un materasso in parte appoggiato su una recinzione: ecco il materiale che ha “invaso” il marciapiede all’angolo fra via Galvani e via Giuliani al quartiere Matteotti di Saronno. C’è chi l’ha scambiata per una discarica abusiva, in un luogo davvero “impossibile” fra le case, ma la realtà era un’altra: erano le “cose” di un romeno, sfrattato dal padrone di casa. A quanto pare da qualche tempo non pagava l’affitto e così il proprietario dell’alloggio, suo connazionale, in assenza dell’inquilino è entrato, ha portato fuori tutto lasciandolo sul vicino marciapiede ed ha fatto cambiare la serratura. Al suo rientro dal lavoro, l’inquilino non ha potuto che prendere atto dell’accaduto. Si è comunque rivolto alla Guardia di finanza della Compagnia cittadina per riferire dell’accaduto ed è stata aperta una inchiesta.

Sul posto anche una pattuglia della polizia locale per un sopralluogo: lo sfrattato non avrebbe richiesto il supporto dei Servizi sociali, impegnandosi a trovare una sistemazione alternativa.

17082018

1 COMMENTO

  1. A me, se fossi entrato in casa de mio inquilino moroso, avevano detto che sarei stato denunciato per violazione di domicilio. La legge non è uguale per tutti?

Comments are closed.