SARONNO – Lara Comi ha detto no alle sanzioni contro l’Ungheria per le sue politiche riguardo ai migranti: così si è espressa l’europarlamentare saronnese di Forza Italia e vicepresidente europea del Ppe.

“Ho votato contro le sanzioni all’Ungheria di Orbán Viktor. C’è il legittimo sospetto di una manovra ad arte della sinistra europea per dividere il Ppe, visto che altri Paesi in passato non hanno ricevuto lo stesso trattamento. Orbán è un leader democraticamente eletto, e metterlo all’angolo rischia solo di allargare ulteriormente il solco tra le istituzioni europee e i cittadini. Ora però non lasci sola l’Italia e ci aiuti a cambiare le regole sull’immigrazione!” le parole dell’europarlamentare Comi, che ha dunque chiarito la sua posizione in relazione a quello che è stato uno dei temi più dibattuti a livello internazionale in questi ultimi giorni.

(foto: l’europarlamentare Lara Comi in aula al Parlamento di Bruxelles)

14092018

3 COMMENTI

  1. Tanto la Lega non ti candida. Per la cronaca nel ppe solo voi e gli ungheresi sono schierati con Orban . Un pochino di pudore non guasterebbe in casa Comi. Altro che complotto qui siamo al cerchiobottismo. Poi dite di essere liberali, ma dove??

  2. questa come al solito non capisce nulla della politica. contestano i paesi che non accettano la ridistribiìuzione dei migranti e poi si schiera a loro favore. meno male che il prossimo anno se ne va a casa

  3. Sara’ pure democraticamente eletto ma e’ il premier di un governo che aveva deciso di aprire il fuoco contro i rifugiati che cercavano di entrare nel Paese e viola i valori fondamentali dell’Ue come l’indipendenza della magistratura e la libertà di stampa.

Comments are closed.