ZATEC – Buoni riscontri a Zatec, in Repubblica Ceca, per la Nazionale italiana con il saronnese Matteo Romanò ed il suo cane Dina. Nei giorni scorsi è andato in scena infatti il campionato del mondo Fci a squadre per cani da soccorso. Con gli azzurri, dunque, anche Romanó, volontario del Nucleo cinofilo da soccorso dell’Associazione nazionale alpini, impegnato con la sua selezione, che racchiudeva cinofili provenienti dal Piemonte e dalla Lombardia, nella caccia al titolo iridato nella specialità di ricerca in macerie.

Il titolo è sfuggito al saronnese e al suo team che si sono classificati comunque al quinto posto nella ricerca dispersi in macerie, con vittoria della Germania. “Un esperienza indimenticabile, anche se resta l’amaro in bocca perchè siamo andati vicinissimi al titolo. Dopo la prova di ricerca sotto tono , nella quale per una serie di sfortunate coincidenze non siamo riusciti a mettere in campo la prova perfetta; abbiamo cercato di raddrizzare il tiro con una buona prova di obbedienza, ma non è bastata per agguantare il titolo – racconta Matteo – Sono contento a metà dalla prova che abbiamo messo in campo, ma ci ha dato dei buoni spunti su cui lavorare in vista del campionato del mondo individuale Iro a cui parteciperó a fine settembre, per farci trovare ancora più pronti”. Oltre ai momenti di gara sportiva, c’è stato anche il momento per confrontarsi con i cinofili da soccorso di tutto il mondo, dal Giappone ai molti Paesi europei.

14092018

SCRIVI UN COMMENTO

Pe favore, inserisci il tuo commento
Per favore, inserisci qui il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.