COMASCO – Nel corso della giornata di ieri, nell’ambito di un apposito servizio predisposto dai carabinieri dalla Compagnia di Cantù e volto al monitoraggio e alla repressione dello spaccio nelle aree boschive, i militari hanno setacciato una porzione del “Parco Pineta”. Una lunga giornata nei boschi volta a bonificare, individuare e prevenire episodi di spaccio di sostanze stupefacenti in un’area che, negli ultimi giorni, è stata teatro dell’omicidio di un cittadino magrebino.

I militari dell’Arma hanno rinvenuto e rimosso due accampamenti, costituiti da tende, teli, vestiti ed altro materiale utilizzato da quegli spacciatori che usano il verde del bosco per mimetizzarsi e svolgere i loro loschi affari. Il tutto è stato rimosso, bonificando di fatto l’area in questione. Nello stesso contesto, inoltre, il lavoro dei carabinieri è proseguito con i controlli di decine di autovetture e persone di transito nella zona, nonché con la segnalazione di un uomo trovato in possesso di pochi grammi di hashisc e segnalato in qualità di consumatore di droga.

15092018