LAZZATE – Un ricco menù di apprezzatissime specialità a base di patata, i concerti, la musica in giro per il Borgo, i mercatini d’autunno, l’aria di festa e l’accoglienza tipica delle manifestazione lazzatesi hanno caratterizzato l’edizione 2018 della Sagra della Patata, un evento tra i più apprezzati della Lombardia. Dopo la schiacciatura della prima patata ad inaugurare la kermesse, tra i vari appuntamenti, c’è stata anche la presentazione del libro di Thomas Ruberto su don Lisander, al secolo don Alessandro Parenti, il parroco di Trepalle originario di Lazzate che si dice ispirò il personaggio di don Camillo. E poi De Mariniis canta Battisti, i Canta Milano e i Funky Machine… tutti molto piaciuti. Il pensiero del sindaco Loredana Pizzi a fine festa è pieno di soddisfazione ed orgoglio: «La quindicesima edizione della Sagra della Patata si è conclusa con un vero e proprio successo. Sono stati quattro giorni intensi, ricchi di iniziative: i mercatini soni stati visitati da migliaia di persone, il ristorante sotto la tensostruttura ha visto tantissima gente che ha apprezzato la nostra cucina tipica a base di patate ed i concerti sono stati degli spettacoli capaci di raccogliere un enorme seguito. Dobbiamo ringraziare tutti quelli che hanno collaborato, ma in particolare i volontari delle associazioni che hanno avuto il ruolo più importante nella buona riuscita della festa. Grazie a tutti ed un arrivederci alla prossima, la sedicesima edizione della Sagra della Patata».