SARONNO – Spaccio nel quartiere Retrostazione: la dispensa dei pusher è… un cespuglio in via Ferrari. A raccontarlo le immagini di un residente della zona che ha immortalato uno spacciatore che porta e riprende qualcosa dall’arbusto. “L’operazione – spiega il saronnese – si ripete più volte nel corso della serata e diverse volte alla settimana”.

Da tempo l’attività di vendita di sostanze stupefacenti nei pressi dello scalo ferroviario di piazza Cadorna è un problema per la città tanto che negli ultimi i mesi i controlli di carabinieri, polizia locale  e guardia di finanza sono stati particolarmente intensi.

Basti citare l’ultimo controllo del comando di piazza Repubblica realizzato lo scorso fine settimana e quello dei finanziari di venerdì con l’unità cinofila nell’ambito dell’iniziativa “Scuole sicure”.

A sottolineare il viavai sospetto anche altri residenti e frequentatori del parcheggio di via Ferrari che chiedo qualche controllo ad hoc nella zona del quartiere Retrostazione che in passato è stato anche teatro di furti e vandalismi alle auto in sosta.

(foto: il cespuglio usato come “dispensa” dai pusher)

09102018

13 COMMENTI

  1. E’ un quartiere da schifo, scritte ovunque, sporcizia e se non riescono a colpire questi nord africani che colpiscano gli italiani che si riforniscono da loro.. tra l’altro vi è la presenza di un hotel internazionale e i vari stranieri si guardano in giro preoccupati…bel biglietto da visita di Saronno

  2. I controlli sono stati inesistenti! Avviene tutti i giorni e la sera ci sono bande di spacciatori e ubriachi. Sì mettono all’ altezza di un c….disegnato sotto i portici di via Ferrari. Ormai in degrado più totale la sera è pericoloso passare. Aspettiamo che avvenga uno stupro come a Saronno Sud o fate qualcosa prima?

  3. occorre comprargli un mobiletto ikea….non può lavorare in questo modo…
    Grazie al Signore per la segnalazione, come vedete la tanto promessa sicurezza sbandierata da questa Amministrazione come se fosse una cosa neanche da discutere è in realtà un problema presente.
    Occorre tenere presente sempre una cosa però: che questo spacciatore è lì perchè ci sono clienti che sono anche italiani che richiedono la merce.

  4. Ma è solo ora il problema? 10/15 anni fa andava bene? Hanno sempre spacciato in stazione e sotto la luce del sole…

  5. E quell’altro signore, De Marco, ex-oppositore oggi convertito, che l’altro giorno magnificava i successi dell’amministrazione Leghista in termini di decoro e sicurezza delle stazioni?!?

  6. …bhe visto che adesso sappiamo dove depositano i loro “pacchetti preziosi” potremmo fargli trovare una bella sorpresa nel cespuglio…. tipo un cobra inca**ato

  7. Saronno è diventata una città sempre più degradata, sporca, pericolosa….commissariatela!

  8. I controlli metodici e mirati dovrebbero estendersi non solo tra i cespugli e gli arbusti di via Ferrari ma nell’area di via Da Vinci, Skatepark, Pub, aree interne ai Condominii circostanti, giardini pubblici della via, proseguendo verso i giardini pubblici di via Amendola e negli ambiti delle case Aler.

  9. Saronno è poco più di un paese dormitorio ormai ghettizzato da oltre un trentennio questo paese è in balia di queste persone ricordo ancora l’insegna della Standa quando iniziarono i primi tafferugli serali in piazza è solo colpa nostra abbiamo sottovalutato la problematica invece ora ne stiamo pagando le prime conseguenze in futuro i nostri nipoti saranno costretti ad abbandonare i nostri territori resi invivibili da queste persone!

  10. L’importante è (secondo loro) la buona riuscita della 3 valli, mandare la Polizia Municipale a fare verbali a chi parcheggia DOPO il passaggio della macchina che lava le strade e accanirsi con i genitori
    che lasciano la loro vettura 1 minuto fuori parcheggio x accompagnare o ritirare i figli prima di andare al lavoro, d’altra parte con Questi sono soldi sicuri, andare in stazione centrale oppure alla sud è pericoloso e non porta cassa!!!!! FORTI CON I DEBOLI E DEBOLI CHI CI STA MANGIANDO VIVI…..

Comments are closed.