SARONNO – E’ ricoverato nel reparto di rianimazione il 40enne di Vedano Olona rimasto ferito domenica mattina in un incidente di caccia. Anzi, la prognosi è stata definita in 30 giorni e presto probabilmente potrà lasciare l’ospedale Sant’Anna di San Fermo della Battaglia.

Sulla vicenda è stata aperta una inchiesta dai carabinieri della Compagnia di Saronno, i primi ad intervenire dopo l’incidente, alle 8 domenicali. Il 38enne, con il fratello e lo zio 66enne, tutti vedanesi, si era recato nei boschi di Castiglione Olona per una battuta di caccia. Si erano “allargati”, lo zio credeva che gli altri fossero alle sue spalle e quando ha visto muoversi un cespuglio ha creduto fosse un fagiano ed ha sparato. E invece era il nipote, colpito al volto ed al collo dai pallini della doppietta. Immediati i soccorsi, ma ci sono voluti anche i vigili del fuoco per portare fuori la barella dal fitto della macchia boschiva, sino all’elisoccorso.

16102018