SARONNO – Chiarezza sulle identificazioni e sulle denunce, presentate e richieste dall’Amministrazione comunale, in merito al raid vandalico anarchico realizzato lo scorso fine settimana. E’ la presa di posizione che arriva dal consigliere comunale indipendente Francesco Banfi che dopo i comunicati dell’Amministrazione e della Lega Nord fa il punto della situazione anche ponendo una serie di domande condivise dai saronnesi su molti social network.

“Mi congratulo vivamente con l’amministrazione comunale e in particolare con il sindaco Alessandro Fagioli per il recente successo nell’identificazione dei responsabili degli ultimi atti vandalici che hanno colpito la città. Allo stesso tempo, tuttavia, non posso ritenermi soddisfatto dall’omessa denuncia: se, come si legge nel comunicato apparso su varie testate giornalistiche, i responsabili sono noti, l’amministrazione comunale ha il dovere di procedere con la denuncia
Dalla nota si apprende invece che il palazzo comunale si sarebbe fatto latore di verità con la compagnia dei carabinieri che si rimarca svolgerà ulteriori indagini: quindi non c’è alcuna identificazione certa? Ma se così fosse per quale ragione l’amministrazione Fagioli starebbe esultando?”.

Banfi affronta anche il tema della nota del Carroccio: “Concordo in toto, invece, con l’appello della Lega saronnese: occorre che i privati sporgano denuncia per i danni subiti. Credo però questo debba avvenire in un secondo momento, solo dopo che il comune avrà provveduto a sporgere denuncia e un tribunale si sarà pronunciato. Solo allora potranno procedere col denunciare persone note”.

Il consigliere indipendente affronta poi il tema delle scritte contro Salvini comparse in via Volonterio: “Purtroppo in alcune scritte si è minacciata la persona del vicepremier e ministro Salvini, al quale va la mia più viva solidarietà. So per certo che Fagioli si sarà già attivato perchè il segretario federale leghista possa egli stesso sporgere denuncia verso persone note visto che il nostro sindaco sa chi è stato. Come ben dimostrano i sindaci del circondario occorre mantenere alta l’attenzione sui problemi delle città e l’onorevole Salvini sarà certamente disponibile ad aiutare SaronnoE”

9 COMMENTI

  1. Banfi ,anche via rimembranze è imbrattata…oltre ad essere frequentata da clandestini spacciatori. Saronno è ampia…bisognerebbe fare un tour a 360 gradi..e nn limitarsi alle vie centrali.

  2. Constato che il consigliere Banfi mi legge sui social e questo non può che farmi piacere (forse perchè ha più tempo libero di altri), vedo inoltre che è attento e bravo a sfruttare il momento per uscire con comunicati di solidarietà personale o critici verso questa amministrazione (documentando sempre correttamente le sue affermazioni vedasi come esempio le spese comunali per “propaganda” più che per comunicazione) anche prendendo spunti dalla stampa locale sia essa cartacea o onLine e dai gruppi e social media che ormai fanno parte di un moderno dibattito sociale e culturale dando la possibilità a tutti di dire la propria opinione nell’immediato dei fatti e avvicinandoci sempre di più al concetto di Partecipazione Diretta e di futura Democrazia Diretta dei cittadini.

    • La democrazia diretta?? Quante stupidate! … Ma voi che avete uno che non ha mai lavorato al ministero del lavoro cosa volete capirne?

    • Grande Castellovo, ti seguiamo sempre sui social! Ti vorremmo candidato Sindaco. Una persona onesta cone te farebbe bene alla città. Forza Ivano, siamo con te!

  3. Piccola nota:
    Le recenti scritte sui muri avevano la firma/logo AO
    Quella contro Salvini no, quindi “anonima”
    Chissà perchè?

  4. Signor Castelnovo dovrebbe chiedere come mai il suo consigliere comunale visto che lei si professa del M5s non ha preso nessun tipo di posizione a fronte di quanto rivendica la paternita di quanto dichiarato dal consigliere Banfi anche questa volta da parte del portavoce del M5s il silenzio assoluto, vergognatevi questo è quello che siete il nulla e prIma o poi la verità verrà a galla a scapito di tutto il m5s
    ,

Comments are closed.