SARONNO – CISLAGO Malgrado l’istituto Ipsia di via Mantegazza sia chiuso in queste ore per il ponte il dolore per la scomparsa del 18enne cislaghese Andrea Masi ha invaso anche gli studenti e il corpo docente dell’istituto dove il giovane aveva ottenuto la qualifica l’anno scorso.

A raccontarlo anche il post condiviso da una sua insegnante su Facebook che subito ha fatto il giro di tutti i media nazionale ma soprattutto è stato condiviso da quanti conoscevano il ragazzo e in queste ore stanno facendo i conti con la sua tragica scomparsa avvenuta la notte di Halloween. Il diciottenne cislaghese si trovava su una piattaforma elevatrice, che stava manovrando un collega: arrivato ad un punto in cui c’è un ribassamento del soffitto, il ragazzo ha sbattuto la testa contro una trave, ha perso i sensi ed è precipitato sul pavimento. La situazione è immediatamente apparsa molto critica, sul posto è arrivata una ambulanza e l’automedica, con le pattuglie della polizia di Stato. Una mobilitazione che non è servita a salvarlo.

SCRIVI UN COMMENTO

Pe favore, inserisci il tuo commento
Per favore, inserisci qui il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.