Home Ceriano Laghetto Ore 13, sulla Saronno-Seregno arriva (finalmente) l’Esercito

Ore 13, sulla Saronno-Seregno arriva (finalmente) l’Esercito

1556
8

SARONNO / CERIANO LAGHETTO – L‘appuntamento è alle 13, orario d’inizio di servizio dei militari che da oggi vengono schierati nelle stazioni più a rischio della linea ferroviaria Saronno-Seregno di Trenord. Ad accoglierli ci sarà anche lo striscione affisso sulla recinzione dello scalo più “amato” dagli spacciatori che usano la ferrovia per spostarli, quello di Ceriano Groane all’ingresso del bosco. Sulla rete della stazioncina ora c’è un lenzuolo bianco con la scritta “Bentornati militari! Grazie Esercito!”

Secondo i programmi, i soldati dovrebbero prestare servizio tutti i giorni, almeno nei feriali, fra le 13 e le 19, garantendo così più tranquillità ai pendolari, studenti e lavoratori, che usano la Saronno-Seregno per spostarsi. La loro presenza era stata richiesta dai Comuni della zona, capofila quello di Ceriano Lagheto col suo sindaco Dante Cattaneo che con la sua amministrazione comunale aveva da tempo promosso una vera crociata in questa direzione.

(foto: lo striscione esposto alla stazione di Ceriano Groane)

1911218

8 COMMENTI

    • Non ho nulla in contrario alla presenza dei militari, anzi.
      Mi piacerebbe avere più forze dell’ordine costantemente sul territorio.
      Ma dire che è cambiato tutto a livello nazionale, proprio no…
      Vedo ancora condoni edilizi, vedo ancora condoni fiscali, vedo ancora forze politiche con ipocrisia ai livelli massimi…

      • Vedo ancora persone che hanno negli occhi una malizia sinistra….la lega sta facendo le cose che ha promesso in campagna elettorale!
        Condivisibile o no ma lo stanno facendo!

      • Iniziamo a sistemare dal punto di vista dell’ordine pubblico poi sistemeranno tutto il resto la priorità delle groane era questa!

  1. se qualcuno crede veramente che una presenza limitata a quegli orari serva ad allontanare gli spacciatori è un povero illuso

    • allora lasciamo tutto com’è…tanto la deriva è inarrestabile e sappiamo tutti chi ringraziare.

  2. far intervenire l’esercito non è un buon segno !
    non perchè l’esercito non sia in grado di tutelare la sicurezza ma perchè lo stato già paga ( poco ) tanti ( ma non abbastanza ) per la sicurezza dei cittadini
    oltre agli addetti alla sicurezza poi c’è la filiera della giustizia e lì il mariuolo o lo spacciatore può ancora cavarsela con poco ( esempio : arresti domiciliari per senza fissa dimora )
    è un gran casino in un paese che fa tante regole spesso di ” facile interpretazione ” ma non ce la fa a farle rispettare o … non vuole farlo

Comments are closed.