SARONNO – “La città tutta ringrazia i carabinieri che mediante il proprio costante lavoro assicurano la presenza dello Stato. Nello stesso tempo Saronno si stringe alla vittima dell’episodio di violenza e alla sua famiglia. E’ importante, di fronte a certe situazioni, trovare il coraggio di non chiudersi nel silenzio e denunciare. E’ importante sapere che lo Stato non lascia sole le donne vittime di violenza. Anche la città fa il proprio attraverso l’azione del centro territoriale anti-violenza Rete Rosa: un plauso ai volontari per l’importante servizio verso la comunità”. Così il consigliere comunale indipendente Francesco Banfi sul caso dell’arresto del responsabile della violenza sessuale avvenuta a settembre alla stazione ferroviaria di “Saronno sud”.

Continua Banfi: “Nella vicenda sono purtroppo coinvolti, a parti opposte, dei giovanissimi: si rende sempre più importante educare i nostri giovani a desiderare un mondo migliore, fatto di rispetto, di educazione, di fiducia. Presto volentieri queste parole al sindaco Alessandro Fagioli. Escludendo le esternazioni non richieste nel consiglio comunale di settembre, avvenuto a pochi giorni dalla violenza allora indicata da Fagioli sostanzialmente come “ipotetica”, nel primo vero comunicato dell’Amministrazione sul fatto probabilmente tutti avremmo voluto leggere vicinanza alla vittima, affermazione dello stato di diritto in luogo di moti forcaioli o imprecisioni, date corrette visto che i fatti sono di settembre e non di ottobre, ed azioni concrete”.

06122018

4 COMMENTI

  1. Mi ero illuso che la politica saronnese tutta non strumentalizzasse questa brutta storia…il silenzio rispettoso e il campo lasciato all’Arma mi aveva illuso di un passo in avanti della politica cittadina … ma ovviamente ecco che arriva il politicante di turno che usa questa triste storia per polemiche politiche…. spero sia l’unico .

  2. Come parlare per non dire nulla. Soluzioni al problema? Nessuna, nemmeno una presa di posizione per avere più sicurezza, magari con l’impiego dei militari. Invece come al solito il nulla a firma del consigliere ex SAC, Banfi.

    • Pensare che è l’unico che ha chiesto di aderire alla raccolta firme proprio per richiedere più sicurezza nelle stazioni della Saronno Seregno…

  3. meglio tardi che mai…
    ma quando si accettano certi “compagni di strada” poi diventa difficile capire quale è stata l’illuminazione sulla via di Damasco

SCRIVI UN COMMENTO

Pe favore, inserisci il tuo commento
Per favore, inserisci qui il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.