MILANO – Da domenica 9 dicembre, con l’introduzione dell’orario invernale, diventa operativo il nuovo programma di Trenord che prevede 2.204 corse ferroviarie quotidiane. Altre 139, attualmente svolte con treni, saranno effettuate da bus, favorendo, nelle ore a bassa frequentazione, minori volumi di traffico ferroviario e ottimizzazione della flotta rotabile.

Rimane invariata l’offerta complessiva di mobilità, non subiranno cambiamenti le fasce di massima domanda e le direttrici che vertono su Milano, compreso il Passante e il servizio aereoportuale Malpensa Express.

L’obiettivo del piano predisposto da Trenord, condiviso nelle linee guida con Regione Lombardia, è dare regolarità e maggiore affidabilità al sistema, diminuendo le soppressioni e riducendo l’utilizzo dei convogli più vecchi che hanno più di 35 anni, in attesa dell’immissione in servizio della nuova flotta a partire dalla metà del 2020.

Il programma, in particolare, prevede a livello regionale la sostituzione con bus, nelle ore a bassa frequentazione, di 139 corse che trasportano meno di 50 passeggeri, per un totale equivalente a meno dell’1% dei viaggiatori lombardi. Con i bus, nessun cliente rimarrà senza servizio.

La domenica e nei giorni festivi, su alcune linee, sarà inoltre modificata la periodicità delle corse.

Gli interventi sulle linee saronnesi
539 treni effettuano servizio sulla stazione di Saronno con oltre 15mila viaggiatori in salita

L’offerta di mobilità sarà invariata per le linee su Milano Cadorna, il Passante ferroviario, il servizio aeroportuale Malpensa Express. Nei feriali in orari a domanda debole sarà rimodulato il servizio sulla linea S9. Nei festivi i viaggiatori da Lodi sulla S1 dovranno effettuare un cambio a Milano Bovisa per raggiungere Saronno, utilizzando i treni della linea S3; varierà la periodicità delle corse sulla linea S9, da semioraria a oraria.

Linea S1 Saronno-Milano Passante-Lodi. Nei feriali sarà invariato il servizio che prevede un treno ogni 30’ e 76 corse al giorno. La domenica e nei festivi circolerà un treno ogni 30’ fra Lodi e Milano Bovisa; fra Milano Bovisa e Saronno i viaggiatori potranno utilizzare le corse della linea S3 Milano Cadorna-Bovisa-Saronno in partenza ogni 30’.
I treni della linea S3:
• partono da Milano Bovisa in direzione Saronno ai minuti .10 e .40
• partono da Saronno in direzione Milano Bovisa ai minuti .23 e .53

Linea S9 Saronno-Seregno-Albairate. Da lunedì a sabato sarà invariata l’offerta di mobilità nelle ore di punta della mattina, della sera, e le corse per il rientro degli studenti. Tra le ore 9 e le ore 12, fascia oraria a domanda debole, tra Saronno e Milano Greco Pirelli circolerà un treno ogni 60’. Da Saronno i treni partiranno al minuto .05; da Milano Greco Pirelli i treni partiranno al minuto .28. Tra Milano Greco Pirelli e Albairate resterà invariata la periodicità di un treno ogni 30’.

Dopo le ore 21 il servizio sulla linea subirà una riduzione; non saranno effettuate le corse:
• 30485 Seregno 20.26-Saronno 21.24
• 24164/30489 Milano Lambrate 21.26-Saronno 22.24
• 24168 Milano Lambrate 22.26-Seregno 22.56
• 24167 Milano Greco 21.57-Albairate 22.52
• 30484/24169 Saronno 21.35-Milano Porta Garibaldi 22.42
• 24174 Albairate 23.08-Milano Porta Garibaldi 00.04

La domenica e nei festivi sulla linea circolerà un treno ogni 60’.
• Da Saronno i treni partiranno ogni ora al minuto .05
• Da Albairate i treni partiranno ogni ora al minuto .08

Da lunedì a domenica – festivi compresi – sulla linea non saranno effettuate le fermate di Ceriano Laghetto-Groane e Cesano Maderno-Groane.

Le ragioni degli interventi
Tali interventi sono resi necessari da limiti strutturali del sistema ferroviario lombardo che contribuiscono al progressivo peggioramento delle performance: un’infrastruttura al limite della capacità nei nodi principali e la vetustà della flotta – il 46% dei convogli, di proprietà di Trenitalia, ha un’età media di 32 anni – che oggi causa due terzi dei guasti dovuti al materiale rotabile.

Considerato che nei prossimi 24 mesi tali condizioni strutturali non si modificheranno, il piano di Trenord risponde all’urgenza di intervenire per recuperare almeno parzialmente regolarità e affidabilità del servizio, attraverso la riduzione delle soppressioni e il recupero di puntualità. Il programma è stato inoltre studiato con l’obiettivo di dimezzare le soppressioni di corse per cause di responsabilità di Trenord.

La comunicazione del nuovo orario
Le informazioni sulle modifiche previste con il nuovo orario saranno disponibili sul sito web di Trenord e sull’App Trenord prima del cambio orario. Inoltre, le variazioni saranno comunicate da avvisi affissi nelle stazioni e a bordo treno. Infine, presidi straordinari di personale Trenord, addetto all’informazione e all’assistenza, verranno organizzati nelle stazioni principalmente interessate dai provvedimenti.

1 COMMENTO

SCRIVI UN COMMENTO

Pe favore, inserisci il tuo commento
Per favore, inserisci qui il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.